Presentata all’opposizione la bozza di accordo sulle condizioni elettorali

Alla 12° riunione del gruppo di lavoro per il dialogo interpartitico senza la mediazione di parti straniere, i rappresentanti della coalizione di governo hanno presentato all’opposizione la bozza di accordo sulle modifiche delle condizioni elettorali. I rappresentanti dei partiti di opposizione hanno tempo fino a lunedì per presentare eventuali obiezioni, poi il testo definitivo dovrebbe essere compilato entro la fine della prossima settimana.

All’incontro hanno partecipato il presidente dell’Assemblea della Serbia Ivica Dacic, il vice capo del gruppo parlamentare “SNS” Vladimir Orlic, il leader dell’opposizione “Dveri” Bosko Obradovic, il vicepresidente della “SRS” Aleksandar Seselj, la presidente del partito “Zavetnici” Milica Djurdjevic Stamenkovski, il presidente del “POKS” Zika Gojkovic, il rappresentante dei “DSS” Dejan Šulkić, il leader del movimento “Dosta je bilo”, Sasa Radulović e il presidente di “Zdrava Srbija” Milan Stamatović.

Dejan Šulkić del Partito Democratico della Serbia (DSS) ha detto ai giornalisti dopo l’incontro che l’accordo presentato dal governo all’opposizione è in linea con quanto voluto e porta a un alto grado di accordo tra il governo e l’opposizione. “Ci sono ancora alcune questioni che non sono state armonizzate. L’idea è di completarlo dinamicamente entro la fine della prossima settimana in relazione agli obblighi di Dacic, la riunione si terrà venerdì e ci aspettiamo che potremmo raggiungere lì un accordo definitivo”, ha affermato Šulkić.

Lo stesso ha aggiunto che le presidenziali e le elezioni per i membri dell’Assemblea della città di Belgrado si terranno tra il 3 e il 17 aprile del prossimo anno.

Il leader di “Dveri”, Bosko Obradovic, ha affermato che le prime impressioni, dopo la prima lettura della proposta, sono che il governo sia pronto a soddisfare le richieste dell’opposizione su questioni meno importanti, mentre le questioni chiave, dice, non sono ben definite da questo accordo.

“Intendo prima di tutto la libertà dei media, che non è risolta da questo accordo, intendo la pressione sugli elettori, la campagna dei funzionari e ciò che è più importante per noi, come controllare l’intero processo elettorale e pre-elettorale, ovvero come l’opposizione avrà influenza sul controllo delle elezioni dopo la firma di tale accordo”. I rappresentanti dei partiti di opposizione hanno tempo fino a lunedì per presentare delle obiezioni alla bozza di accordo presentata, poi il testo definitivo si dovrebbe compilare entro la fine della prossima settimana.

https://www.rts.rs/page/stories/sr/story/9/politika/4498232/sastanak-medjustranacki-dijalog-bez-posredovanja-stranaca.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top