Preoccupa la bassa percentuale di giovani vaccinati in Serbia

La percentuale più alta di vaccinati, con almeno una dose di vaccino contro il coronavirus in Serbia, è tra i cittadini di età compresa tra 70 e 79 anni, il 78,6 per cento. I meno protetti sono i più giovani, solo il 15% dei cittadini di età compresa tra 18 e 24 anni e il 33,6% dei cittadini di età compresa tra 25 e 49 anni; questi sono i risultati di un’analisi fatta dall’Istituto di Sanità Pubblica “Dr Milan Jovanović Batut”.

Quando si tratta di ragazzi di età inferiore ai 17 anni, solo uno 0,3% è stato vaccinato contro il coronavirus, riporta “RTS”. La virologa Ana Banko ha scritto su Twitter che la bassa percentuale di vaccinati nella fascia di età tra i 25 e i 49 anni è particolarmente preoccupante, soprattutto a causa degli impegni di lavoro, della loro vita sociale, del fatto di essere già genitori o di volerlo diventare e infine, della poca responsabilità verso i più giovani o i più anziani.

Najviše vakcinisanih u Srbiji između 70 i 79 godina, zabrinjava odziv mladih

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top