Posata la prima pietra per il nuovo stabilimento della “Grundfos”

Ieri a Indjija è stata posata la prima pietra per la costruzione di un nuovo stabilimento produttivo dell’azienda danese “Grundfos”. Il nuovo stabilimento darà l’opportunità di aumentare il numero di 900 lavoratori che l’azienda danese impiega attualmente.

Alla posa della prima pietra hanno partecipato anche la Premier della Serbia, Ana Brnabić, e il sindaco del comune di Indjija, Vladimir Gak. La Brnabić ha visitato per la prima volta l’impianto di produzione esistente. I prodotti principali sono pompe per riscaldamento e condizionamento, pompe di alimentazione, per acque reflue e pompe dosatrici. Inoltre, due anni fa, era stato aperto un impianto di trattamento delle acque reflue.

“A Indjija sono arrivati ​​più di 500 milioni di euro di investimenti diretti. Quando ho detto che Indjija sarebbe stato il più grande cantiere di Srem, a qualcuno sembrava pretenzioso, ma si tratta di 20 milioni di euro e 20.000 m2 di impianti di produzione”, ha affermato Vladimir Gak.

La Brnabić ha sottolineato che Indjija è una delle migliori località europee per gli investimenti. “Con questo investimento, la “Grundfos” qui supera il numero di 1.000 dipendenti, diventando così il terzo stabilimento al mondo. La concorrenza era enorme, ma i dipendenti hanno fatto molto. Siete voi che avete permesso il nuovo investimento, affinché l’azienda si espanda qui e non altrove. Nell’anno della pandemia per l’azienda produzione ed esportazioni sono state superiori rispetto al 2019″.

https://www.ekapija.com/news/3339286/grundfos-gradi-novi-proizvodni-pogon-u-indjiji-vrednost-investicije-20-mil-eur

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Brnabic, Grundfos, Indjija
Il comune di Indjija continua ad attirare nuovi investitori

Brnabic: “La Serbia ha aperto il Cluster 1 nei negoziati di adesione con l’Ue”

Chiudi