Porfirije: “La Chiesa non è al di fuori del sistema fiscale serbo e paga le tasse”

Il Patriarca serbo Porfirije ha respinto le accuse secondo cui la Chiesa ortodossa serba (SPC) non pagherebbe le tasse e ha sottolineato che né la Chiesa né i sacerdoti sono al di fuori del sistema fiscale della Serbia, ha riferito il servizio di informazione della stessa.

Lo stesso ha sottolineato che né la Chiesa né i sacerdoti sono al di fuori del sistema fiscale della Repubblica di Serbia e ha sottolineato che, come tutti gli altri cittadini, pagano l’IVA su tutti i prodotti e i servizi. Ha sottolineato che le tasse e i contributi sugli stipendi dei sacerdoti e di altri funzionari vengono pagati regolarmente.

Ha sottolineato che nessuna legge esenta la Chiesa dal sistema fiscale, sebbene la cosa sia prevista dalle leggi europee per le attività di pubblica utilità delle comunità religiose. “L’unica eccezione è che la Chiesa ha diritto al rimborso dell’imposta pagata per una decina di prodotti legalmente prescritti e strettamente legati al culto, tra cui l’incenso, la cera, ma anche l’organo”. Ha definito le opinioni secondo cui la chiesa non paga le tasse errate e calunniose.

https://www.politika.rs/scc/clanak/491926/Patrijarh-Porfirije-SPC-i-svestenici-nisu-izvan-poreskog-sistema-Srbije

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top