Polemiche sulla libertà di stampa

di Elena Grammatica

In occasione della Giornata Mondiale della Libertà di Stampa del 3 maggio il governo assicura nuove leggi per la libertà dei media mentre le associazioni dei giornalisti accusano i centri finanziari e politici di formare l`opinione pubblica a favore dei propri interessi.

sloboda mediaIl 3 maggio, nella Giornata Mondiale della Libertà di Stampa il governo ha dichiarato che si impegnerà per il rispetto della libertà e del pluralismo dei media, ribadendo che la libertà di espressione è uno dei fondamenti di ogni società democratica. Vucic ha dichiarato che è intenzione del suo governo creare un contesto giuridico positivo che rispetti il ruolo dei media nella società grazie anche all`introduzione di nuove leggi.

Il 2 maggio l`Associazione dei Giornalisti Indipendenti, l`Associazione dei Giornalisti e il Sindacato dei Giornalisti „Indipendenza“ hanno fatto appello agli organi di stato affinché vengano garantite condizioni di libertà di lavoro senza pressioni né censure.

Nel manifesto presentato le associazioni denunciano le condizioni di estrema difficoltà in cui versa il settore, con centinaia di giornalisti che hanno perso il posto di lavoro e altre migliaia che non sono pagati regolarmente. Accusano che l`avanzamento della Serbia sulla graduatoria mondiale delle libertà politiche e dei media mascheri la povertà materiale dei giornalisti, che sono caduti all`ultimo gradino della scala salariale nonostante appartengano a una delle categorie impiegatizie più colte.

E ribadiscono come in un tale clima di povertà, corruzione e paura non possa esistere libertà di stampa.

I Giornalisti Indipendenti e il sindacato „Indipendenza“ lamentano come i centri finanziari e politici utilizzino i media per formare l`opinione pubblica in accordo con i propri interessi meschini e personali.

(Dnevnik, 02.05.2014 e 03.05.2014)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top