Più della metà dei serbi crede che la corruzione non sarà mai sradicata

Più della metà della popolazione serba crede che la corruzione non sarà mai sradicata nel Paese e solo il 4,4% ritiene che quasi nessun funzionario statale sia coinvolto in atti di corruzione, il che indica un’allarmante insoddisfazione per il lavoro svolto dalle istituzioni statali, si legge nel rapporto redatto dal Centro per la politica contemporanea (CSP).

Il rapporto sulla valutazione della corruzione in Serbia ha analizzato lo stato attuale della legislazione anticorruzione, la sua attuazione, il ruolo della società civile e della cooperazione internazionale nella lotta alla corruzione in Serbia.

In Serbia, il 42,4% degli intervistati ritiene che la corruzione esisterà sempre, ma che potrà essere in qualche modo limitata.

D’altra parte, il 33,1% degli intervistati ritiene che la corruzione in Serbia possa essere “significativamente ridotta”, mentre solo l’8,2% crede nella possibilità di sradicare completamente la corruzione in Serbia.

Inoltre, l’11,4% delle persone ritiene che la corruzione diffusa non possa essere ridotta.

Secondo i risultati del sondaggio, una parte significativa della popolazione serba ha un’opinione piuttosto negativa sulla diffusione della corruzione tra i funzionari del settore pubblico.

Circa il 10% dei cittadini ritiene che quasi tutti i funzionari del settore pubblico siano coinvolti in attività di corruzione, mentre oltre il 41% ritiene che la maggior parte di essi partecipi a tali attività.

Ancora più preoccupante è il fatto che meno del cinque percento dei cittadini ritiene che sia raro che qualche funzionario statale sia coinvolto in atti di corruzione.

Secondo il sondaggio, i gruppi considerati più corrotti sono i giudici, i pubblici ministeri e i leader politici, mentre i medici, gli insegnanti e i giornalisti sono considerati un po’ meno corrotti.

(Biznis i Finansije, 09.05.2024)

https://bif.rs/2024/05/vise-od-polovine-srba-veruje-da-ce-korupcija-zauvek-postojati/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top