Perplessità sulla nuova legge sul lavoro

Alcuni esperti ritengono che la proposta di legge riduca decisamente i diritti dei lavoratori.

C’è chi addirittura sostiene che l’approvazione di questa legge riporterebbe la Serbia ai tempi delle lotte per i diritti fondamentali. La dottoressa Nada Novakovic dell’Istituto di scienze sociali spiega che la proposta di legge è abbondantemente sotto ai parametri del diritto internazionale relativo al lavoro e agli affari sociali e che in esso mancano i più basilari elementi per un lavoro dignitoso: “Come Stato, con questa legge rimarremo drasticamente indietro rispetto alle prassi dei Paesi più sviluppati del mondo, in particolare dei membri più vecchi della UE”.

L’analisi comparata della proposta per la nuova legge sul lavoro con le normative dei singoli Paesi europei mostra che in Serbia, nel caso la legge venga approvata, saranno consentite tutte le “acrobazie legali” finora messe in atto dai datori di lavoro per portare al minimo i propri doveri e i diritti dei dipendenti.

“Il numero di giorni di ferie e malattia è diminuito; per gli scatti di anzianità sono calcolati solo gli anni di impiego presso l’ultimo datore di lavoro. Invece di incentivare l’occupazione a tempo indeterminato, prolunghiamo la possibilità di assumere con contratti di due anni”, dice Ljubisa Orbovic, presidente dell’Unione dei sindacati autonomi serbi.

Un ulteriore problema è dato dal fatto che la voce dei sindacati è debole: il sociologo Milos Krstic sostiene che “i sindacati hanno ragionare a protestare. I loro timori sono fondati, ma la loro forza è poca, poiché hanno perso prestigio e i litigi fra di essi diminuiscono le possibilità che qualcuno li prenda sul serio”.

Da parte loro, gli imprenditori salutano la proposta di legge con favore. Dragoljub Rajic, presidente dell’Unione dei datori di lavoro, ritiene che essa possa favorire lo sviluppo dell’economia, “contribuendo prima di tutto ad una prima occupazione a tempo determinato per i giovani. Gli scatti di anzianità sono un’eredità del socialismo”.

(blic.rs, 08.01.2014)

zakon o radu

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... legge sul lavoro
Vuckovic: “La nuova legge sul lavoro fondamentale per gli investimenti”

Privatizzazioni, Bancarotta e pianificazione urbanistica: tre nuove leggi in arrivo
Chiudi