Permesso unico di lavoro e di soggiorno per gli stranieri a partire dal 1° febbraio 2024

A seguito di un significativo aumento del numero di lavoratori stranieri in Serbia (35.180 permessi di lavoro rilasciati agli stranieri nel 2022 rispetto ai 50.397 di quest’anno), il governo ha approvato un emendamento urgente alla Legge sull’impiego degli stranieri al fine di accelerare e migliorare il processo di rilascio dei permessi di lavoro, garantendo un accesso più efficiente al mercato del lavoro.

Le modifiche alla legge introducono il concetto di permesso unico di lavoro/residenza. Ciò significa che gli stranieri che vogliono lavorare e soggiornare in Serbia dovranno in futuro presentare un’unica richiesta per entrambi gli scopi – lavoro e residenza.

Il cambiamento principale è la completa digitalizzazione della procedura. D’ora in poi, le richieste per un unico permesso di lavoro-residenza saranno presentate su un sito web, il che significa che l’intera domanda, compresi i documenti richiesti, sarà inviata elettronicamente. Una volta approvata la richiesta, il nuovo permesso di soggiorno-lavoro verrà rilasciato sotto forma di documento biometrico.

Tuttavia, è importante notare che le disposizioni relative al sito web, al visto elettronico e al permesso unico di lavoro e soggiorno saranno in vigore dal 1° febbraio 2024. La maggior parte delle altre disposizioni della Legge sull’impiego degli stranieri rimarrà in vigore, ad eccezione di quelle che definiscono in dettaglio cosa costituisce un atto di rinvio per i permessi rilasciati agli stranieri che sono stati rinviati da qualcuno, nonché le disposizioni penali relative ai datori di lavoro che non aderiscono ai diritti e agli obblighi dell’atto di rinvio.

(Politika, 24.01.2023)

https://www.politika.rs/sr/clanak/591041/Jedinstvena-dozvola-za-rad-i-boravak-stranaca-vazice-od-1-februara-2024

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!