Per il ritorno dell’investimento nell’EXPO 2027 ci vorranno almeno 27 anni

La Serbia ripagherà i prestiti contratti per l’esposizione mondiale specializzata EXPO 2027 a Belgrado nei prossimi 30 anni, riferisce il sito web di Radio Free Europe.

Lo studio preliminare di fattibilità ha dimostrato che l’EXPO è un “evento senza scopo di lucro” e che ci vorranno almeno 27,4 anni per avere un ritorno sull’investimento.

Nel frattempo, nessuno chiede ai contribuenti, che probabilmente dovranno coprire tutti i costi legati all’EXPO, quanto ci costerà davvero, con stime che arrivano a 6 miliardi di euro.

Dalla metà di ottobre, per l’esattezza in un centinaio di giorni, la Serbia ha già contratto quattro prestiti attraverso la vendita di obbligazioni per l’EXPO. I lavori non sono ancora iniziati e il governo ha già preso in prestito più di un miliardo di euro!

E tutto questo per un periodo di otto anni, con interessi che raggiungono il 7%! L’enorme debito di cui stiamo parlando è meglio descritto confrontando l’importo con gli stanziamenti di bilancio previsti quest’anno per l’EXPO. Secondo la legge di bilancio per il 2024, sono stati stanziati 22,6 miliardi di RSD per gli investimenti dell’EXPO, cioè per gli edifici e le strutture edilizie, attraverso il Ministero delle Finanze. Si tratta di circa 188 milioni di euro, il sesto di quanto pianificato e realizzato attraverso l’indebitamento nei cento giorni precedenti.

Il governo ha contratto il primo debito per l’EXPO nell’ottobre dello scorso anno, quando ha emesso obbligazioni per un valore di 19,19 miliardi di RSD. Si trattava di un debito con un tasso di interesse del 6,39% e una data di scadenza nel 2031.

Il secondo debito è stato contratto due mesi dopo, per un valore di 90 miliardi di Rsd, anch’esso con un periodo di rimborso di otto anni e un tasso di interesse del 6,3%. Il terzo è seguito a gennaio e il quarto a febbraio di quest’anno.

In totale, finora, c’è un debito di 150 miliardi di RSD, che è l’importo totale secondo la decisione del Governo sull’emissione di titoli di Stato a lungo termine, che, come dichiarato, fornirà fondi per sostenere progetti infrastrutturali nell’ambito dell’esposizione EXPO 2027. In risposta alla domanda rivolta alla Banca nazionale di Serbia: “Quanto altro debito contrarremo per l’EXPO?”, la Banca centrale non ha fornito una risposta, così come il Ministero delle Finanze. Nel frattempo, alla fine di gennaio, il Governo ha deciso di aumentare il valore delle obbligazioni EXPO a otto anni per un totale di 150 miliardi di RSD, cioè 40 miliardi in più rispetto all’emissione originale. Si tratta di un totale di 1,2 miliardi di euro per quest’anno e due mesi dell’anno precedente.

(Biznis.rs, NIN, 21.05.2024)

https://biznis.rs/vesti/srbija/rse-povrat-investicije-u-expo-2027-za-najmanje-27-godina/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top