Per cosa ha speso Rio Tinto 500 milioni di euro in Serbia?

Come è possibile che la Rio Tinto stia spendendo più soldi di prima da quando il progetto sul litio di Jadar è stato sospeso?

Questa domanda è stata posta dagli attivisti del movimento Marš sa Drine che hanno analizzato i rapporti finanziari della società Rio Sava, figlia di Rio Tinto. Il progetto è stato davvero chiuso o il futuro dell’estrazione del litio sarà determinato dal nuovo governo?

Nel gennaio 2022, sembrava che il governo serbo si fosse schierato contro Rio Tinto e l’estrazione del litio in Serbia, con l’allora premier Ana Brnabić che aveva dichiarato: “Per quanto riguarda il progetto Jadar e Rio Tinto, tutto è finito!”. È finita!”.

Spulciando tra i documenti pubblici sulle operazioni finanziarie di Rio Sava, la filiale serba di Rio Tinto, gli avvocati che lavorano per il Movimento Marš sa Drine hanno scoperto che l’azienda ha speso mezzo miliardo di euro dal suo ingresso in Serbia a oggi.

“Quindi, nel periodo in cui l’azienda ha interrotto i suoi progetti in Serbia, in cui ha perso tutti i permessi e in cui è coinvolta in nove cause giudiziarie davanti al Tribunale amministrativo della Serbia, ha speso un totale di 300 milioni di euro in servizi immateriali”, afferma l’avvocato Sreten Đorđević.

“Il denaro di cui stiamo parlando è quello speso da Rio Sava. Solo per le consultazioni spende 260.000 euro al giorno”, afferma Bojana Novaković, attivista del Movimento Marš sa Drine.

Si chiedono inoltre perché Rio Sava sta pagando sei miliardi di dinari per uno studio di fattibilità, ovviamente nuovo, visto che ne ha già presentato uno nel 2021?

Gli attivisti ambientali non credono né alla compagnia mineraria né al governo serbo. “Probabilmente nessuno dei due dice la verità ed è ovvio che il progetto ha preso un ritmo inimmaginabile”, afferma l’avvocato Sreten Đorđević.

“Per quanto riguarda il progetto, non è cambiato nulla dal giorno in cui è stato fermato”, ha dichiarato il ministro delle Miniere Dubravka Đedović Handanović, mentre Rio Tinto aggiunge: “Le insinuazioni e le interpretazioni arbitrarie di parti del regolare rapporto finanziario presentato da Rio Sava sono un chiaro tentativo di manipolare i dati disponibili al pubblico per creare un’immagine negativa dell’azienda nell’opinione pubblica. Si tratta di relazioni standard pubblicate da tutte le società, in conformità alle norme di legge”.

(N1, 04.04.2024)

https://n1info.rs/biznis/finansijski-izvestaj-rio-tinta-otvorio-nove-sumnje-na-sta-se-trosi-toliki-novac-ako-je-projekat-obustavljen/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top