Pensionamento: nuove norme più severe

A partire dal 1° gennaio 2018, le condizioni per il pensionamento delle donne saranno molto più difficili, così come le condizioni per il pensionamento anticipato per entrambi i sessi.

Secondo il nuovo regolamento, le donne possono andare in pensione a 62 anni, purché abbiano almeno 15 anni di esperienza lavorativa registrata. Si tratta di sei mesi più tardi di quanto previsto dalla legislazione vigente.

Le condizioni di pensionamento per gli uomini rimangono le stesse: almeno 65 anni di età e 15 anni di esperienza lavorativa registrata.

Anche le condizioni per la pensione anticipata delle donne sono cambiate, e ora le donne possono andare in pensione anticipatamente se hanno almeno 56 anni e 4 mesi di età e 38 anni di esperienza lavorativa registrata, mentre gli uomini saranno in grado di andare in pensione all’età di 57 se con 40 anni di esperienza lavorativa registrata.

Nei prossimi quattordici anni, le norme cambieranno gradualmente, e gli stessi verranno applicati a donne e uomini entro l’anno 2032: entrambi i sessi avranno diritto al pensionamento se con almeno 65 anni di età e un minimo di 15 anni di esperienza lavorativa registrata.

Il criterio del pensionamento anticipato cambierà nel 2024 e si applicherà in ugual misura a uomini e donne: sarà possibile il pensiomento anticipato purché si siano compiuti 60 anni e maturati 40 anni di esperienza lavorativa registrata.

(Blic, 21.11.2017)

http://www.blic.rs/vesti/ekonomija/novi-ostriji-uslovi-evo-sa-koliko-godina-ce-zene-moci-da-idu-u-penziju-2018-i-jos/wlrts4h

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top