Pavlovic: “Ogni cittadino adulto della Serbia si indebiterà con i cinesi per 1.000 euro”

“Nella struttura totale del debito pubblico della Serbia del 2010, la quota di indebitamento con i governi stranieri era dell’1%. Ora quella quota è del 14% e il debito più grande è con la Cina. Quando si tiene conto degli attuali prestiti cinesi e di quanto è ancora previsto e che verrà attivato rapidamente, si arriva alla conclusione che ogni cittadino adulto della Serbia dovrà ai cinesi 1.000 euro. Si tratta di un serio livello di indebitamento e il problema è che questi accordi sono stati conclusi in un ambiente non trasparente, senza rispetto per la concorrenza, sovrapagandoli”, dichiara Ivana Pavlović, editrice di “Nova Ekonomija”.

“Il nostro livello di indebitamento con il governo cinese è 4% del PIL, ma aumenterà quando verrà attivato quanto previsto. È positivo che il governo abbia pianificato di ridurre il livello di debito e deficit, ma oltre ai rischi esterni di aumento dell’inflazione e dei tassi di interesse, ci sono anche rischi interni, come il fatto che le società pubbliche dovranno pagare delle garanzie”, ha detto la Pavlovic, aggiungendo che “probabilmente non c’è nessuna minaccia per lo scenario montenegrino” quando si tratta di prestiti cinesi.

Guardando alle nuove proposte di legge annunciate dal Ministro delle Finanze, che si riferiscono a tre aree: costruzione di infrastrutture, ecologia e miglioramento del lavoro nel settore pubblico per un valore totale di 768,8 milioni di euro, Ivana Pavlović stima che è difficile chiedersi se siano necessari nuovi indebitamenti.

“Per anni, gli esperti di altri organismi indipendenti che monitorano le finanze pubbliche hanno segnalato che la questione scottante è se bisogni investire in tutti i tipi di infrastrutture. La risposta è sì. Dobbiamo investire nelle infrastrutture stradali, nella riforma del settore pubblico e nel raggiungimento degli obiettivi dell’agenda verde”.

Un’altra domanda difficile, dice, è come riavere indietro i soldi spesi. “La risposta a questa domanda dovrebbe interessarci tutti, perché dovrebbe essere chiaro ai cittadini che le prossime generazioni saranno gravate da questo debito. Ciò significa che questo debito verrà ripagato dai nostri figli e nipoti”, ha affermato la Pavlović.

La stessa ha sottolineato che il livello del debito pubblico dovrebbe raggiungere il livello del 60% del PIL entro la fine dell’anno, il che, come sottolinea, è molto per il livello di sviluppo di un Paese come la Serbia.

Pavlović: Svaki punoletni građanin dugovaće Kini 1.000 evra

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Cina, cittadino adulto, debito, Ivana Pavlovic
Dal parlamento approvati prestiti per quasi un miliardo di dollari

Aumentano sempre di più i prestiti dalle banche

Chiudi