Opposizione ancora frammentata, nonostante Jankovic e Jeremic

I due maggiori candidati di opposizione alle recenti elezioni presidenziali, Saša Janković e Vuk Jeremic, non avranno ancora un proprio caucus, pur godendo del sostegno di un numero consistente di parlamentari.

Un giorno prima la ripresa ufficiale dei lavori del Parlamento Nazionale serbo Nazionale, a seguito della sospensione determinata dalle elezioni presidenziali, il capo del gruppo di opposizione parlamentare “Per la salvezza della Serbia” ( “Za spas Srbije”), Sanda Raskovic Ivic, ha confutato le recenti speculazioni secondo le quali il suo caucus potrebbe affiliarsi a Vuk Jeremic, ma si è dichiarata favorevole alla cooperazione con Jeremic nel momento in cui egli volesse costituire un partito politico per correre alle prossime elezioni.

“Sono stata una dei primi politici a sostenere la nomina presidenziale di Jeremic, ma quando sono stata espulsa dal Partito Democratico della Serbia (DSS), ho cominciato a pensare di formare un caucus perché in assenza di questa mossa sono stato trattata come un orpello in Parlamento. Non sarei stata in grado di partecipare ad alcun dibattito altrimenti”, spiega Raskovic Ivic. Il suo caucus sarà all’opposizione, annuncia. “Stiamo progettando la formazione di una coalizione di partiti popolari che includerà Nuova Serbia, il nostro movimento e diversi movimenti più piccoli. Questo potrebbe includere il partito di Jeremic, se ne formasse uno”, aggiunge.

Il Partito Democratico (DS), che ha sostenuto Sasa Jankovic alle elezioni presidenziali, ha il suo caucus. Il capo del nuovo partito, Zoran Zivkovic, che ha anche sostenuto Jankovic, deve ancora decidere se formerà il suo caucus, per cui ha bisogno di più di tre parlamentari.

Il Responsabile del caucus del Partito Democratico, Goran Ciric, ha commentato l’eventuale formazione di un movimento da parte di Sasa Jankovic: se questo accadesse tale movimento non sarebbe considerato in competizione con il Partito Democratico, il quale vedrebbe con favore un’alleanza in vista delle prossime elezioni.

(Blic, 18.04.2017)

http://www.blic.rs/vesti/politika/opozicija-i-dalje-usitnjena-jankovic-i-jeremic-jos-daleko-od-svojih-poslanickih/4mtqe73

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

 

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top