Ogni settimo cittadino serbo è membro di un partito politico

Ogni settimo cittadino della Serbia possiede una tessera associativa di alcuni dei partiti politici. Secondo i dati dei partiti politici registrati, oltre un milione di persone hanno firmato la domanda per essere ammessi ad un’organizzazione politica che rappresenta le idee in cui credono.

Il Partito progressista serbo (SNS) ha la più grande adesione di 700.000 persone, e rimane popolare con un’adesione crescente. Il Partito dei pensionati uniti (PUPS) afferma di avere circa 120.000 membri, mentre il Partito socialista di Serbia (SPS) ha oltre 100.000 membri. L’iscrizione al Partito Radicale Serbo (SRS) è di 45.000 persone, mentre 50.000 persone hanno la tessera del Partito Democratico (DS). Il Partito socialdemocratico serbo (SDPS) conta circa 25.000 membri, il Movimento di rinnovamento serbo (SPO) 20.000, e l’Alleanza ungherese di Vojvodina (SVM) circa 10.000 membri …

“I nostri membri sono in gran parte pensionati, ma abbiamo attivi anche giovani e donne, che sono tra 5.000 e 7.000”, dice Momo Colakovic, del PUPS, e aggiunge: “Addebitiamo una quota associativa di 120 dinari all’anno. I nostri comuni hanno i membri esentati dal pagamento della quota di iscrizione se le loro pensioni sono basse, il che significa che un numero considerevole dei nostri membri non deve pagare nessuna tassa”.

Anche il Partito radicale serbo (SRS) detiene il record di iscrizione.

“Abbiamo una lista contenente tutti coloro che hanno mai contattato lo SRS. Lì ci sono i nomi di circa 600.000 persone. Oltre ai loro nomi, sono elencati in base al loro stato attuale, se sono vivi e pagano la quota di iscrizione, o se si sono trasferiti all’estero o sono andati a un’altra parte “, spiega Miljan Damjanovic del SRS e afferma che quasi 45.000 persone ha pagato l’abbonamento l’anno scorso.

Aggiunge che il ritorno del loro leader Vojislav Seselj dall’ Aia ha portato più persone ad aderire al partito, e in un solo anno dal suo ritorno in Serbia, ci sono stati 1.100 nuovi membri.

I funzionari del SPO affermano che la loro appartenenza non è cambiata dal 2000. “Abbiamo circa 20.000 membri e abbiamo commissioni in tutta la Serbia e nella diaspora” – afferma l’SPO. Le persone iscritte pagano per lo più una quota associativa simbolica di circa 100 dinari all’anno.

I democratici e le quote associative

Il Partito Democratico (DS) ha recentemente eletto una nuova leadership, e solo i delegati della commissione, che hanno pagato la quota associativa, hanno il diritto di votare nel partito. Un totale di 50.000 quote di iscrizione sono state pagate nell’acconto del DS. Al momento non ci sono informazioni pubbliche sul numero dei membri del Partito Democratico.

(http://www.novosti.rs/vesti/naslovna/politika/aktuelno.289.html:736565-U-partijama-svaki-sedmi-gradjanin)

Share this post

scroll to top