Ogni anno 15.000 studenti serbi vanno a studiare all’estero; il 50-60% di loro torna a casa

Ana Marija Kopert di “Ino Edukacija”, centro di studi all’estero, sostiene che circa 15.000 studenti all’anno vanno via dalla Serbia per studiare in un Paese straniero, principalmente in Austria, Germania, Italia e Francia, e più recentemente in Norvegia e Russia. Tra il 50 e il 60% di loro torna poi a casa.

“Ci sono molti dei nostri cittadini che hanno un passaporto croato, ungherese o di altro tipo, quindi partono come cittadini dell’Unione europea”, osserva. Afferma che 150 studenti all’anno vanno in Russia e che l’Italia assegna un gran numero di borse di studio.

“Popolare di nuovo è la Gran Bretagna. A causa della “Brexit”, i nostri studenti ora ottengono i permessi di lavoro molto facilmente, perché non è più importante avere o meno lo status di UE, e tutti possono richiedere un permesso di lavoro e fare le prime esperienze lavorative. Le tasse universitarie sono più economiche di un tempo perché c’è meno interesse nel Regno Unito”.

D’altronde, come lei stessa ha sottolineato, la Serbia sta diventando anche una destinazione “incoming”. Sono sempre di più gli studenti stranieri in Serbia, molti dei quali decidono di restare. “La maggior parte viene dal Nord Africa, Egitto, Marocco, Libia. Ottenere un visto di soggiorno in Serbia non è facile. Si pensa che la Serbia sarà un Paese in cui molti più studenti arriveranno nei prossimi 10 anni e questo è normale. Tutti i Paesi di successo hanno molti studenti che vanno da qualche parte. Anche qui arrivano. È positivo che abbiamo mobilità in entrambe le direzioni”.

Cresce significativamente anche il numero di coloro che tornano in Serbia dopo la laurea. “Penso che circa il 50, 60% delle persone tornino, che è la media globale. Le persone che vanno a studiare all’estero in gran parte tornano e iniziano alcune attività qui, lavorano in aziende internazionali. È importante avere una migrazione circolare, che la gente vada e venga”, conclude.

https://www.rts.rs/page/stories/ci/story/124/drustvo/4612066/studiranje-inostranstvo-ana-marija-kopert-ino-edukacija.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top