Oggi l’incontro a Belgrado tra la Ministra Kisic e i rappresentanti dei lavoratori Fiat

La squadra preposta ai negoziati degli operai della “Fiat Chrysler Automobile”, che venerdì è scesa nelle strade di Kragujevac e ha protestato davanti all’amministrazione comunale, oggi alle 11 avrà un incontro al Ministero del Lavoro con la Ministra Darija Kisić. Gli stessi chiedono che i vertici del Sindacato Indipendente Fiat non partecipino alla riunione, in cui è prevista anche la Premier Ana Brnabic.

Il gruppo di 1.500 lavoratori Fiat che si sono ribellati all’offerta del datore di lavoro di andare all’estero a lavorare o per il trattamento di fine rapporto ottenuto, sarà rappresentato oggi a Belgrado da una delegazione di 5 membri; la Ministra ha chiamato anche il comitato di sciopero della “Fiat Plastik”, che è in sciopero generale. Venerdì i lavoratori hanno incontrato il sindaco di Kragujevac, Nikola Dasic, che ha organizzato loro degli incontri ai Ministeri e fornito il trasporto in furgone a Belgrado.

“Aspettiamo anche la Premier alla riunione. Non vogliamo vedere nessuno del Sindacato Indipendente, non rappresentano più i lavoratori Fiat. Il Sindacato Indipendente e Sasa Djordjevic non sono i benvenuti all’incontro con la Ministra del Lavoro. Abbiamo una delegazione selezionata di lavoratori e, se Djordjevic è lì, lasceremo l’incontro e inizieranno le proteste”, ha riferito un membro della squadra che si occupa dei negoziati.

Le principali richieste dei lavoratori Fiat sono che coloro che non possono o non vogliono recarsi all’estero per lavorare, rimangano nel proprio posto di lavoro, ricevendo il 65% dello stipendio fino al momento in cui saranno coinvolti nella produzione del nuovo modello, e che ai lavoratori che hanno deciso di lasciare volontariamente la fabbrica venga erogato un trattamento di fine rapporto degno dei lavoratori dell’industria automobilistica, in cui il gruppo “Stellantis” è il quarto produttore al mondo.

Radnici Fijata u ponedeljak sa Kisić, očekuju i Brnabić

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top