Oggi la Serbia assume formalmente la presidenza dell’OSCE

Oggi la Serbia assume formalmente dalla Svizzera la presidenza dell’OSCE (Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) alla seduta del Consigio ordinario di questa organizzazione che sarà tenuta a Vienna.

“La presidenza nell’OSCE è un’opportunità di nuova affermazione della Serbia come fattore internazionale costruttivo”, dice per la radiotelevisione serba (RTS) la Segretaria di Stato nel Ministero degli esteri, Roksanda Nicic. Il governo serbo crede che questo sia un’opportunità che la Serbia si mostra come un partner politico costruttivo e serio.

Il Ministro degli esteri, Ivica Dacic presenterà le priorità della presidenza serba all’OSCE, mentre la Serbia avrà un dovere molto serio: essere affidabile durante la presidenza ed avere la fiducia di tutte le parti, nonché implementare le misure per diminuire le contrapposizioni e i conflitti.

La decisione sulla presidenza succesiva di Svizzera e Serbia nel 2014 e 2015, è stata emanata tre anni fa a Vienna, nella sede dell’OSCE. Con questa decisione, la Serbia è diventata il primo stato dei paesi ex-jugoslavi a presiedere questa organizzazione.

Nel corso dell’intervista al telegiornale della RTS, la Nicic ha detto che la crisi in Ucraina “non renderà molto facile” la presidenza serba dell’OSCE. Però, questa crisi non si può evitare e il nostro compito è trovare il miglior modo per incentivare il dialogo tra i principali interlocutori”, ha detto la Segretaria dello Stato.

Anche il terrorismo è un tema di cui l’OSCE si occupa costantemente, mentre l’attacco a Parigi renderà questo discorso ancora più importante. “Noi siamo pronti ad occuparcene nel modo imposto dalla situazione attuale nell’Europa”, ha comunicato la Nicic la quale ha anche detto che la Serbia sarà un intermediario onesto durante la sua presidenza dell’OSCE, aggiungendo che è convinta che  questo sia possibile, nonostante le circostanze attuali.

(RTS, 15.01.2015.)

Share this post

scroll to top
Leggi articolo precedente:
Nel 2014 la BERS ha aumentato gli investimenti in Serbia

Linea di credito di Banca Intesa di 10 milioni di euro

Chiudi