Obradovic: “Modifica dei toni sul coronavirus su segnale di Vucic; vuole le elezioni prima dell’estate”

“I cambiamenti nel tono e nelle conclusioni dello staff di crisi riguardo alla diffusione della pandemia in Serbia non può avere altro motivo se non il monito del Presidente serbo Aleksandar Vucic che è tempo di porre fine a tutto, a tutti i costi, perché le elezioni devono tenersi prima dell’estate”, ha dichiarato il presidente del movimento “Dveri”, Bosko Obradovic.

Lo stesso in una dichiarazione scritta ha affermato che prima il governo aveva riso della nuova malattia infettiva e, nonostante la diffusione dell’epidemia in Europa, aveva convocato le elezioni e raccolto le firme di centinaia di migliaia di persone in ambienti chiusi.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

“Hanno affermato pubblicamente che le elezioni non sarebbero state rinviate e volevano davvero condurle, a qualsiasi costo, perché stavano preparando un nuovo furto elettorale e tutte le false opposizioni avevano già preso il loro posto per l’inizio della messa in scena. Quando hanno capito l’entità del problema hanno affermato che non potevano forzare le elezioni durante una pandemia, e hanno usato la scusa del virus per abolire completamente l’Assemblea Nazionale, introdurre uno stato di emergenza e avviare una nuova forma di promozione personale e la campagna elettorale del presidente del Partito progressivo serbo”.

Obradovic ha dichiarato che “il nuovo, improvviso capovolgimento della situazione su un ipotetico miglioramento, anche se il numero di persone infette è in costante aumento ed è molto più alto rispetto a quando alcune settimane fa in alcuni SMS ufficiali si scriveva di morti in massa come in Italia e Spagna, ha a che fare con le elezioni e la paura di Vucic che il suo tempo stia scadendo”.

Secondo lui “da qui la fretta e la velocità per preparare tutto per le elezioni prima dell’estate. Così come ci è stato detto che dovevamo rimanere imprigionati per quattro giorni durante le vacanze di Pasqua, allo stesso modo ci verrà annunciato che tutto è a posto e che con una certa cautela potremo andare in massa a votare. Unico punto ancora da vedere è come adegueranno il divieto di assembramenti per prevenire le proteste che li attendono immediatamente dopo la fine dello stato di emergenza”, ha concluso il politico.

http://rs.n1info.com/Vesti/a591066/Bosko-Obradovic-o-koronavirusu-i-izborima.html

Photo credits: “N1”

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Aleksandar Vucic, coronavirus, Dveri, Elezioni
Kisic: “Vediamo la fine della diffusione della malattia”

Brnabic: “La lotta contro il COVID-19 in Serbia non reprime la democrazia”

Close