Il nuovo volto di Belgrado: aperti 489 cantieri

Il sindaco di Belgrado, Sinisa Mali, ha effettuato ieri, lunedì 24 ottobre, un sopralluogo presso il palazzo dell’ex Ministero federale degli Interni che, attualmente in fase di demolizione, verrà sostituito da un complesso residenziale e uffici.

Il sindaco è stato accompagnato nella sua visita dall’investitore israeliano Gili Dekel, dal direttore generale di Airport City, Adir El-Al, e dall’architetto, Milutin Folic.

“L’investimento ammonta a più di 200 milioni di euro, e l’area in questione si estende per 60.000 metri quadrati. Le nostre imprese edili saranno impiegate qui: ciò rappresenta una grande occasione per Belgrado e per la Serbia, e si inserisce pienamente nella nostra strategia e visione dello sviluppo di una nuova Belgrado”, ha sottolineato Mali, aggiungendo che grazie al progetto il quartiere interessato potrà assumere un nuovo volto.

“Entro la fine del prossimo anno, completeremo il progetto di ricostruzione di Kneza Milosa Street, dove stiamo progettando di spostare le auto dalla strada ad un piano interrato, un garage, in modo che la strada sia a disposizione soprattutto dei pedoni. Siamo in attesa della decisione da parte degli investitori che hanno acquistato l’edificio dell’ex ambasciata americana, la quale anche verrà trasformata in un altro grande complesso in questo quartiere. Lentamente, ma inesorabilmente, questa parte della città avrà un nuovo look, un’immagine di Belgrado per la quale stiamo combattendo”, ha spiegato il sindaco ha detto, precisando che attualmente sono aperti a Belgrado 489 cantieri.

Adir El Al ha dichiarato che AFI Europe ha avviato il lavori per la demolizione del vecchio edificio del Ministero federale degli Interni: “siamo specializzati nella costruzione di edifici per uffici e abitazioni di grandi dimensioni. La demolizione del vecchio edificio del Ministero federale degli Interni è stata avviata in linea con le leggi e i regolamenti della Repubblica di Serbia e della città di Belgrado, per cui nutriamo grande rispetto e che saranno onorate concordemente alle linee guida per il permesso di demolizione. I lavori dovrebbero essere completati entro marzo del prossimo anno. La nostra intenzione è quella di contribuire allo sviluppo di Belgrado quale metropoli a livello mondiale attraverso questo progetto”, ha sottolineato Adir El Al-ha.

AFI Europa è stata coinvolta nello sviluppo e nella costruzione di strutture commerciali e residenziali in Serbia negli ultimi 15 anni, tra cui la costruzione dell’aeroporto e del Central Garden. La ditta, che gestisce la costruzione di uffici, centri commerciali, zone industriali e strutture residenziali, è presente anche in Repubblica Ceca, Romania, Bulgaria, Germania, Lettonia e Polonia.

(eKapija, 25.10.2016)

http://www.ekapija.com/website/en/page/1579915/489-active-construction-sites-in-Belgrade
[widget id=”text-22″]

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top