Nuovo scandalo diplomatico: A causa di Seselj la delegazione croata interrompe la visita in Serbia

La delegazione parlamentare croata ha visitato la Serbia dove hanno incontrato le loro controparti serbe e il portavoce parlamentare serbo, Maja Gojkovic.

“La Croazia intende continuare il processo di allargamento dell’UE e appoggia la Serbia lungo il percorso di adesione”, ha detto il portavoce del Parlamento croato, Gordan Jandrokovic, aggiungendo che la Croazia è pronta ad aiutare la Serbia lungo questa strada.

In una conferenza stampa congiunta con Maja Gojkovic, Jandrokovic ha affermato che l’incontro riguarda anche le misure per proteggere la minoranza nazionale serba in Croazia e le minoranze nazionali croate in Serbia. “Per noi è importante attuare l’accordo sulla protezione delle minoranze, garantendo la partecipazione della minoranza croata alle autorità in Serbia. Speriamo che, in futuro, la minoranza nazionale croata avrà un rappresentante nel Parlamento nazionale”, ha affermato Jandrokovic aggiungendo di essere stato onorato di poter visitare il Parlamento serbo e che una cooperazione parlamentare potrebbe migliorare le relazioni tra i due paesi.

La portavoce del Parlamento serbo Maja Gojkovic ha aggiunto che la visita del Presidente del Parlamento croato, Gordan Jandrokovic, al Parlamento serbo ha avuto un’importanza storica, perché finora nessun alto funzionario dei Parlamenti dei due paesi è venuto in visita ufficiale.  Ha detto che le due parti volevano migliorare le relazioni e incoraggiare il loro sviluppo ad altri livelli governativi. Questo processo di miglioramento delle relazioni è stato avviato dalla visita a febbraio del Presidente serbo Aleksandar Vucic in Croazia su invito del Presidente croato Kolinda Grabar Kitarovic.

Tuttavia, la visita della delegazione parlamentare croata è stata interrotta dal leader del Partito radicale serbo (SRS), Vojislav Seselj che ha calpestato la bandiera croata di fronte al Parlamento. “All’ingresso del parlamento (serbo), Seselj ha profanato la bandiera croata, e poi passando accando ai membri della delegazione croata, li ha insultati”, è stato dichiarato in una dichiarazione della delegazione guidata da  Gordan Jandrokovic. Le guardie di sicurezza hanno provato senza successo a portare via la bandiera. I delegati croati rimasero scioccati.

A Belgrado, l’incidente è stato “fortemente” accusato dal Primo Ministro Ana Brnabic, dal portavoce parlamentare Maja Gojkovic e da altri alti funzionari serbi. “Il tentativo di strappare la bandiera croata e di insultare i membri delle delegazioni ufficiale in visita nel nostro Paese non è un comportamento che rappresenta la Serbia, i valori del Governo serbo e la volontà della maggioranza dei nostri cittadini”, ha scritto la Brnabic sul suo account Twitter.

Il governo croato ha annunciato sul proprio account Twitter che l’intera delegazione è tornata immediatamente in Croazia, mentre i media di Zagabria hanno riferito la dichiarazione rilasciata dal gabinetto di Gordan Jandrokovic.  “La delegazione del parlamento croato, guidata dal Presidente Gordan Jandrokovic, ha deciso di porre fine alla visita ufficiale della Repubblica di Serbia a seguito di un incidente causato dal Presidente del partito radicale serbo e membro del Parlamento Nazionale serbo, Vojislav Seselj che ha liberamente profanato la bandiera croata “, riporta la dichiarazione e aggiunge che “Nonostante l’ottimo inizio della visita ufficiale e la nostra determinazione a fare del nostro meglio per migliorare i rapporti tra i due paesi, questo atto ha gravemente danneggiato la dignità della Repubblica di Croazia e del Parlamento croato, per questo motivo abbiamo deciso di porre fine alla visita “.

(http://www.novosti.rs/vesti/naslovna/politika/aktuelno.289.html:722807-Jandrokovic-Hrvatska-ce-pomoci-Srbiji-na-EU-putu)

(https://www.b92.net/info/vesti/index.php?yyyy=2018&mm=04&dd=18&nav_category=167&nav_id=1382809)

(http://rs.n1info.com/a380879/Vesti/Brnabic-Najostrije-osudjujem-Seseljevo-ponasanje.html)

Share this post

scroll to top
Altro... Ana Brnabic, Croazia, delegazione, Gordan Jandrokovic
Kostic
Miodrag Kostic interessato all’acquisto di parte di Agrokor

Croazia
La stampa internazionale sulla visita di Vucic in Croazia

Chiudi