Nuovo rating della Serbia, rallentamento dell’inflazione e salario minimo

Oltre alle notizie sul rallentamento dell’inflazione al 12,5% e sulla pausa nell’aumento dei tassi di interesse, la Banca nazionale di Serbia ha annunciato che l’agenzia di rating Fitch ha confermato il rating della Serbia al livello BB+.

Tuttavia, nonostante la richiesta dei sindacati di aumentare il salario minimo, è improbabile che ciò avvenga quest’anno.

L’agenzia di rating Fitch ha confermato il rating della Serbia al livello BB+, che è a un passo dal rating di investimento, con prospettive stabili per un suo ulteriore aumento, ha annunciato la Banca nazionale di Serbia (NBS). Fitch ha inoltre dichiarato di aver notato un significativo miglioramento della posizione esterna del Paese (minore deficit del conto corrente della bilancia dei pagamenti), una crescita economica più rapida e una diminuzione dell’inflazione. Inoltre, il settore bancario continua ad essere solido, il debito pubblico è stato ridotto e la situazione del settore energetico è migliorata, mentre le prospettive di ulteriore crescita sono stabili.

Per quanto riguarda la richiesta di un aumento del salario minimo, il Ministero delle Finanze ritiene che la richiesta non sia giustificata perché l’inflazione sarà dimezzata e ammonterà all’otto per cento alla fine del 2023, mentre il salario minimo è già aumentato del 14,3 per cento quest’anno. I sindacati hanno già annunciato che non accetteranno un aumento del 2024 inferiore al 20-25%.

Si stima che 236.000 persone percepiscano il salario minimo e, dato l’aumento del costo della vita, i sindacati hanno chiesto un ulteriore aumento nella seconda parte di quest’anno.

(Bloomberg Adria, 14.08.2023)

https://rs.bloombergadria.com/ostalo/opste/37304/pet-stvari-koje-danas-treba-znati-kreditni-rejting-srbije-minimalac-i-aktivni-kupac/news/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top