Nuovo Governo Vucic: trattative in dirittura d’arrivo

Nel corso della giornata di oggi si potrebbero concludere le trattative tra i progressivi e i socialisti in merito alla composizione del nuovo governo, mentre i vertici dei due partiti dovrebbero finalizzare gli accordi interni.

Il Partito socialista (SPS) ha tenuto la seduta del suo Consiglio di Presidenza, mentre il Partito del Progresso (SNS) ha vagliato i nomi dei ministri del governo futuro. Da questo momento inizierà anche la procedura ufficiale di formazione del Governo nel Parlamento Serbo.

Il Ministro degli Affari Interni Nebojsa Stefanovic ha dichiarato che si aspetta che il premier incaricato Aleksandar Vucic pubblichi i nomi dei ministri proposti per la composizione del nuovo governo, invitando ad essere pazienti. “Mi aspetto che tutto si risolva nei prossimi giorni. Non abbiamo violato le scadenze e non c’è bisogno che i cittadini si agitino”, ha detto Stefanovic.

Secondo le informazioni del quotidiano “Novosti”, fino all’ultimo momento sono state aperte le questioni relative al Ministero della Difesa, al Ministero della Cultura e a quello dell’Amministrazione Pubblica. Anche se si è parlato di Svetislav Goncic come possibile Ministro della Cultura, è più probabile che venga confermato l’attuale Ministro Ivan Tasovac. Il settore della difesa potrebbe rimanere nelle mani di Zoran Djordjevic, o al suo posto potrebbe subentrare il giornalista Miroslav Lazanski. Non si sa ancora se Kori Udovicki conserverà la sua posizione come Ministra dell’Amministrazione Pubblica.

Il posto di Nikola Selakovic, attuale Ministro della Giustizia dovrebbe passare nelle mani di Nela Kuburovic che finora ha ricoperto l’incarico di assistente del Ministro nel settore del sistema giudiziario.

Il settore dell’economia sarà affidato a Goran Knezevic, mentre il capo del settore dell’agricultura diventerà Branislav Nedimovic, sindaco di Sremska Mitrovica. Il successore di Srdjan Verbic all’istruzione sarà Mladen Sarcevic, capo della scuola privata “Rudjer Boskovic”, mentre quello della salute dovrebbe essere consegnato nelle mani del professore di anatomia Laslo Puskas. 

Nelle precedenti posizioni dovrebbero restare: Zorana Mihajlovic, Ivica Dacic, Aleksandar Antic, Rasim Ljajic, Jadranka Joksimovic e Vanja Udovicic.

La durata della procedura della formazione del nuovo governo è condizionata però anche dalle eventuali modifiche alle leggi su governo e ministeri. Il gabinetto tecnico ha 16 settori e due ministri senza portafoglio, ma ogni cambiamento si potrebbe tradurre anche in nuove regole su governo e ministeri.

Venerdì scorso i deputati hanno ricevuto l’ordine del giorno per la seduta straordinaria del Parlamento, ma senza data: i punti saranno quattro, e tra questi non è contemplata la formazione del nuovo governo. Si suppone tuttavia che il tema sarà oggetto di discussione durante la seduta. 

(Novosti, 07.08.2016.)

Share this post

scroll to top
More in governo Vucic II, SNS
Vucic: il nuovo governo potrebbe essere formato da qualcun altro

All’ombra del Cremlino: soft power in Serbia

Close