Nuovi problemi a causa delle modifiche alle fatture elettroniche

Commercialisti, contabili e l’Associazione dei produttori di software della Serbia (UPSS) hanno denunciato che le ultime modifiche alla legge sulla fatturazione elettronica, adottate nell’ottobre dello scorso anno, hanno creato ulteriori problemi alle aziende.

Gli sviluppatori sostengono che, se ci saranno altri cambiamenti d’emergenza non pianificati, nessuno sarà in grado di garantire il corretto funzionamento delle soluzioni software aziendali in Serbia.

L’Associazione dei produttori di software della Serbia (UPSS) afferma che il sistema per lo scambio elettronico delle fatture è stato annunciato come una soluzione che riduce la documentazione cartacea e accelera la riscossione e il rimborso dell’IVA, ma che “purtroppo è stato commesso un grave errore fin dall’inizio”.

Oparica avverte che il sistema di fatturazione elettronica, che riguarda direttamente il lavoro di decine di migliaia di aziende, “è diventato operativo in uno stato incompiuto. Come previsto, la pressione è stata sui produttori di software che sono stati costretti a reagire sulla difensiva, modificando al volo parti esistenti di programmi complessi. I programmi modificati dovevano essere distribuiti a migliaia di utenti finali, per lo più durante le ore notturne e nella speranza che non si creassero bug in tutta quella fretta”, dice Oparnica.

Il sistema di fatture elettroniche (SEF) è diventato operativo quasi contemporaneamente all’altro grande progetto: l’eFiscalization. Oparnica dice che i sei mesi successivi sono stati impiegati per risolvere tutti i problemi che il SEF presentava.

In collaborazione con il Ministero delle Finanze, sono stati risolti alcuni dei problemi più importanti, ma c’è ancora molto lavoro da fare. “Ora siamo tornati alla stessa situazione dell’inizio. Di recente, i registri delle fatture in entrata e in uscita risalenti a più di un mese fa sono diventati improvvisamente indisponibili”, avverte Oparnica.

“Abbiamo chiesto (al Ministero delle Finanze) di creare un collegamento tra i database del SEF e del SUR (sistema di fatture fiscali in entrata presso l’Amministrazione fiscale) per migliorare la registrazione delle transazioni al dettaglio e non duplicare il lavoro annullando successivamente la fattura fiscale con l’emissione di una fattura elettronica su richiesta di un utente/cliente del settore pubblico”, afferma Snežana Mitrović, presidente della Camera contabile della Serbia.

Il direttore della società Control 1, Darko Majstorović, afferma che le ultime modifiche non sono vantaggiose per le imprese, perché prevedono la presentazione di doppie dichiarazioni IVA. In particolare, la dichiarazione IVA viene già presentata all’Amministrazione fiscale sotto forma di modulo POPDV entro il 15 del mese per il mese precedente, ma secondo gli emendamenti alla legge, ora la dichiarazione IVA deve essere caricata sul SEF, solo in modo diverso.

(Biznis i Finansije, 06.02.2024).

https://bif.rs/2024/02/novi-problemi-zbog-izmena-i-dopuna-na-efakturama/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!