Nuovi investimenti all’aeroporto “Nikola Tesla”; 10.000 nuovi posti di lavoro

La costruzione di una pista, oltre al rinnovamento di quella principale esistente, è uno dei primi lavori di costruzione necessari all’aeroporto “Nikola Tesla” nei prossimi cinque anni, scrive “Politika”. Il progetto era stato annunciato due anni fa dalla società francese “Vinci”, appena ricevuto il più grande aeroporto serbo in concessione per 25 anni; il documento di pianificazione che consentirà di investire in questo complesso strategico a Surcin è disponibile alla visione fino al 10 febbraio.

Oltre alla ricostruzione e al potenziamento, il progetto per una regolamentazione dettagliata del “Nikola Tesla”, che copre 1.870 ettari, prevede un’importante trasformazione dei terreni lungo l’autostrada.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

La futura zona commerciale si estenderà fino a 250 ettari a sud dell’autostrada Belgrado-Zagabria e sono previsti collegamenti stradali e ferroviari tra la città e l’aeroporto.

La costruzione di una seconda pista, di un nuovo terminal passeggeri e delle relative strutture tecniche e di servizio è prevista solo dopo il 2043, quando cesserà la gestione dell’aeroporto da parte di “Vinci”.

L’urbanista Marko Stojcic spiega che entro il 2043 la concessionaria “Vinci” e il governo della Serbia si aspettano 15 milioni di passeggeri all’anno, il che è tre volte più di oggi, e questa cifra indicherebbe la necessità di costruire una seconda pista e nuovi complessi aeroportuali.

Con l’aumentare del numero di passeggeri nei prossimi due decenni, la concessionaria aggiornerà le strutture del terminal e delle infrastrutture.

“Grazie all’ampliamento dell’aeroporto e delle nuove zone economiche e commerciali, verranno creati circa 10.000 nuovi posti di lavoro e l’aumento del numero di passeggeri influenzerà direttamente il turismo a Belgrado. Puntiamo a una seconda pista, la quale sarà il segno che siamo diventati non solo una seria destinazione turistica ma anche una destinazione economica”, ha sottolineato Stojcic, dicendosi fiducioso che il piano, elaborato dall’Istituto urbanistico di Belgrado, sarà adottato entro la fine di marzo.

Poduhvat na „Tesli“ otvara 10.000 novih radnih mesta

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in Marko Stojcic, Nikola Tesla, pista
La nebbia copre Belgrado; cancellati gli arrivi all’aeroporto di Belgrado

I grandi scienziati serbi Tesla, Milankovic e Pupin emarginati nel curriculum scolastico serbo

Close