Nuove pressioni sugli elettori in Vojvodina

Si stanno svolgendo le elezioni per i consigli delle comunità locali in diversi comuni e paesi della Vojvodina, e in quelli in cui sono presenti candidati dell’opposizione o indipendenti, è stata notata pressione sugli elettori, così come un voto organizzato.

A Ravno Selo nel comune di Vrbas, dove è prevista un’alta affluenza e dove tradizionalmente vincono i candidati del Partito socialista serbo, sono state notate diverse auto senza targa nei pressi del seggio elettorale. Una dei candidati SPS ed ex membro del parlamento serbo, Marjana Maras, ha detto di aver notato anche furgoni con cui i residenti rom sono stati portati alle urne.

Nel paese di Basaid, nel comune di Kikinda, con 5 candidati del Partito progressista serbo e 5 candidati indipendenti, gli attivisti del partito SNS stanno portando alle urne i locali prendendoli “casa per casa”, e qui è stato avvistato anche un gran numero di auto.

Come riportato in precedenza da “N1”, c’è stata pressione sugli elettori in un villaggio del Banato nei giorni precedenti le elezioni, quando nelle case sono stati distribuiti volantini e pacchi regalo con prodotti alimentari. Anche alla vigilia delle elezioni per i consigli delle comunità locali di Novi Sad, tenutesi a giugno, si erano registrati diversi incidenti e pressioni sugli elettori.

Izbori za mesne zajednice u Vojvodini: Opet pritisci i organizovano glasanje

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top