Nuove misure anti-Covid per le vacanze in Grecia

I passeggeri che arrivano in Grecia in aereo, via mare o via terra, dal 1° luglio dovranno compilare un modulo speciale almeno 48 ore prima di entrare nel Paese. Tutti i passeggeri sono tenuti a compilare il PLF (Passenger Locator Form) fornendo informazioni dettagliate sul luogo di partenza, la durata del soggiorno precedente in altri Paesi e l’indirizzo del soggiorno in Grecia.

Il Segretariato Generale della Protezione Civile greca ha prescritto i seguenti protocolli per i turisti che arrivano in Grecia.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Protocollo per i passeggeri che arrivano in aereo

Arrivo dei passeggeri

Andare nel luogo in cui si trovano le autorità che controlleranno il codice QR di ciascun passeggero

Queste indirizzano i passeggeri, a seconda del loro codice QR, verso il luogo dell’esame (screening) o verso l’uscita (recupero bagagli o controllo passaporti). Fino all’arrivo dei risultati dello screening, i passeggeri sottoposti a test per il coronavirus sono tenuti ad autoisolarsi all’indirizzo specificato nel modulo PLF

Tutti i passeggeri devono attenersi alle necessarie misure igieniche preventive (uso di maschere e distanziamento fisico)

Protocollo per i passeggeri che arrivano in nave

Arrivo dei passeggeri a piedi verso l’ingresso principale

I passeggeri che arrivano in macchina vengono reindirizzati a un ingresso separato

Andare nel luogo in cui si trovano le autorità che controlleranno il codice QR di ciascun passeggero

Queste indirizzano i passeggeri, a seconda del loro codice QR, verso il luogo di screening o verso l’ingresso nel Paese. Fino all’arrivo dei risultati dello screening, i passeggeri sottoposti a test per il coronavirus sono tenuti ad autoisolarsi all’indirizzo specificato nel modulo PLF. Dopo il risultato negativo, sono autorizzati ad entrare.

Tutti i passeggeri devono aderire alle misure preventive necessarie (uso di maschere e distanziamento fisico).

Protocollo per i passeggeri che arrivano via terra

Arrivo dei passeggeri alle frontiere. Tutte le persone che entrano nel Paese devono presentare il modulo PLF compilato all’arrivo.

Viene eseguito il controllo passaporto e le autorità controllano il codice QR di ciascun passeggero.

Queste indirizzano i passeggeri, a seconda del loro codice QR, verso il luogo dell’esame (screening) o verso l’ingresso nel Paese, ovviamente rispettando tutte le misure di prevenzione. Se compaiono sintomi di un’infezione respiratoria, i passeggeri devono contattare immediatamente il centro operativo dell’Organizzazione nazionale della sanità (EODI).

Se le persone che arrivano in Grecia hanno intenzione di fermarsi in diversi luoghi del Paese, devono segnalarlo, insieme alla loro destinazione e all’itinerario di 7 giorni.

Fino all’arrivo dei risultati dello screening, i passeggeri sottoposti a test per il coronavirus sono tenuti ad autoisolarsi all’indirizzo specificato nel modulo PLF. I loro dati verranno inseriti nel sistema informativo EODI che è collegato al registro COVID per facilitare la ricerca di contatti nel caso in cui qualcuno sia positivo al coronavirus.

Tutti i passeggeri devono rispettare le misure igieniche preventive necessarie (uso di maschere e distanza fisica / sociale).

https://www.blic.rs/vesti/drustvo/novi-protokol-ulaska-u-grcku-od-1-jula-za-sve-turiste-vaze-ova-pravila-bilo-da-dolaze/mvey2sp

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... anti-Covid, Grecia, mare, nave
Da oggi in Grecia solo attraverso “Evzoni”; 5 ore il tempo massimo in Macedonia del Nord

La Grecia abbassa i prezzi di giugno

Chiudi