Nuova miniera a Bor: 70 tonnellate di depositi di oro e rame

La società canadese Nevsun ha reso pubblico il suo preliminare studio di fattibilità economica secondo cui sono necessari 1,5 miliardi di dollari per avviare lo sfruttamento nella miniera di rame e oro nei pressi della città di Bor.

Il periodo di sfruttamento della miniera di Bor dovrebbe durare 15 anni e, al termine di questo periodo, circa la quantità di rame e oro estratti dovrebbe corrispondere a settanta tonnellate.

“In collaborazione con il governo serbo, potremmo avviare attività preliminari sull’apertura della miniera a Cukaru Peki vicino a Bor”, ha dichiarato Peter Kukielski, CEO del gigante minerario canadese. “Se tutto va secondo il piano, la miniera dovrebbe diventare pienamente operativa nel 2021”, aggiunge.

I depositi di rame e oro si trovano in profondità all’interno della miniera. Si tratta di 42 milioni di tonnellate di depositi di minerale con contenuto di rame medio del 2,6%, contenuto d’oro di 1,65 grammi per tonnellata e contenuto di arsenico dello 0,13%.

Prendendo in considerazione i prezzi correnti del London Metal Exchange, il valore lordo dei depositi di Bor risulta essere superiore ai 12 miliardi di dollari. Nevsun dovrà versare il 15% delle tasse al bilancio serbo, nonché la tassa di utilizzo minerale per un importo pari al 5% del reddito netto.

La zona superiore della miniera di Cukaru Peki è di proprietà del Nevsun al 100% e la società prosegue con le trivellazioni per confermare la continuità dei depositi. Per quanto riguarda l’esplorazione della zona più profonda della striscia di miniera, Nevsun ha collaborato con la società mineraria americana, Freeport-McMoRan.

(Vecernje Novosti, 29.10.2017)

http://www.novosti.rs/vesti/naslovna/ekonomija/aktuelno.239.html:692992-Novi-rudnik-kod-Bora-krije-70-tona-zlata

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top