Novi Sad la città più cara in cui vivere

Sebbene Belgrado sia considerata la città più cara in cui vivere, se si guarda all’ultima analisi sul potere d’acquisto fatta dal Ministero del Commercio, del Turismo e delle Telecomunicazioni, su 15 città la capitale serba è al 5° posto, mentre Novi Sad detiene la prima posizione in questo elenco.

A Novi Sad il paniere di consumo a dicembre 2020 ammontava a 82.073 dinari, quasi 3.900 dinari in più di quello di una famiglia di 3 persone a Belgrado. Nel paniere di consumo ci sono 75 prodotti alimentari, ma anche costi di trasporto, alloggio, tabacco e bevande alcoliche, salute, istruzione.

81.755 dinari servono per vivere a Zrenjanin, che occupa la seconda posizione, Pancevo è terza con 81.151 dinari e la quarta città della lista è Subotica, dove una famiglia di tre membri ha bisogno di 79.499 dinari per soddisfare le proprie necessità.

Con 78.177 dinari, Belgrado è dietro a tutte queste città della Vojvodina, seguita da Nis, i cui abitanti hanno bisogno di 69.391 dinari per i beni di prima necessità, poi Uzice, dove il paniere medio di consumo era di circa 71.700 dinari. A Smederevo servono circa 68.900, a Sremska Mitrovica 76.700, a Valjevo circa 70.200.

A Sabac servono 71.200 dinari, ai cittadini di Kragujevac 67.732 dinari, come quelli che vivono a Zaječar e Kraljevo. Il sud, con Leskovac, è la regione più economica e qui servono solo 64.000 dinari per riempire il paniere.

La classifica:

Novi Sad 82.073
Zrenjanin 81,755
Pancevo 81.151
Subotica 79,499
Belgrado 78,177
Nis 69,361
Leskovac 64.000

https://www.blic.rs/biznis/moj-novcanik/top-pet-najskupljih-gradova-u-srbiji-beograd-nije-ni-medu-prva-cetiri-ali-na-vrhu/36rrs0w

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top