Novi Sad e 7 comuni avranno una struttura per la gestione dei rifiuti da 100 milioni di euro

La delegazione dell’UE in Serbia ha lanciato un invito a presentare offerte per la progettazione e la costruzione del Centro regionale di gestione dei rifiuti a Novi Sad, che comprende una discarica sanitaria con una capacità di quasi 1.209.000 m3, nonché la progettazione e la costruzione di due stazioni di trasferimento con tutti gli edifici necessari nei comuni di Backa Palanka e Vrbas.

Il Centro regionale di gestione dei rifiuti, oltre a Novi Sad, comprenderà anche i comuni di Backa Palanka, Backi Petrovac, Beocin, Zabalj, Srbobran, Temerin e Vrbas.

Il progetto sarà finanziato dall’Unione europea con 60 milioni di euro e dal governo serbo con 40 milioni di euro. La scadenza per la presentazione delle offerte è il 5 settembre.

Come annunciato in precedenza, questo impianto di gestione dei rifiuti diventerà operativo nel 2026. Il sistema regionale di gestione dei rifiuti garantirà la selezione primaria dei rifiuti fornendo contenitori per i rifiuti “secchi” e “umidi”. I rifiuti “secchi” sono plastica, carta, cartone e materiali riciclabili simili, mentre i rifiuti “umidi” sono rifiuti biodegradabili. Inoltre, verrà fornito un contenitore speciale per i rifiuti in vetro.

Inoltre, tutte le municipalità in questione dovranno costruire dei piazzali per il riciclaggio, Novi Sad addirittura tre, dove i residenti potranno smaltire da soli tutti i tipi di rifiuti nelle aree appositamente designate.

(eKapija, 04.06.2024)

https://www.ekapija.com/news/4724507/novi-sad-i-sedam-okolnih-opstina-dobijaju-regionalni-centar-za-upravljanje-otpadom

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top