Capitale europea della cultura 2021: slancio agli investimenti per Novi Sad

Cominciano a fervere i preparativi per il 2021, anno in cui Novi Sad sarà Capitale europea della cultura. 

Secondo il sindaco Milos Vucevic, l’elezione di Novi Sad a capitale europea della cultura per il 2021 rappresenta una grande opportunità per la città e per la Serbia tutta: per la prima volta una città sita in un paese non membro dell’Unione Europea viene insignita del prestigioso titolo. Ciò comporterà investimenti in progetti infrastrutturali, potenziamento delle istituzioni culturali e sostegno a progetti proposti dal settore non governativo per una somma totale di almeno 30 milioni di euro.

“Siamo onorati di entrare a fare parte di questo circuito. Verranno investiti almeno 30 milioni di euro, e potremmo anche spingerci sino a 100 milioni. Ci aspettiamo un forte sostegno da parte del governo della Serbia e del governo provinciale. La municipalità di Novi Sad sarà responsabile del progetto, che però non potrà avere successo senza il pieno appoggio del Governo centrale e provinciale”, ha dichiarato il sindaco. Il restauro dei prospetti degli edifici nel centro della città e di Petrovaradin Podgrađe rappresenterà il primo passo, consentendo di recuperare quella zona della città e di avviare ulteriori miglioramenti infrastrutturali: “Petrovaradin Podgrađe è stato trascurata per decenni, ed essendo parte integrante della Fortezza di Petrovaradin costituisce un punto di transito per migliaia di turisti. Lo sviluppo di quella parte della città segnerà l’avvio di cambiamenti nelle diverse strutture”.

Vucevic ha aggiunto che l’Exit Festival ha contribuito a promuovere l’immagine della Serbia e di Novi Sad, e che per il 2021 è prevista l’organizzazione di numerosi festival. Sino a quel momento la città ha davanti a sé cinque anni di lavoro e preparativi: “non si tratta di una campagna, ma di un processo che deve durare e stimolare altre città e comuni in Serbia. Cinque anni ci separano da quel momento, ma non credo che dovremmo smettere nel 2021: abbiamo bisogno di dare continuità sulla strada nella quale ci siamo incamminati, producendo ottimi risultati che sono stati riconosciuti anche in un contesto più ampio”.

(eKapija, 19.10.2016)

http://www.ekapija.com/website/en/page/1572215/VUCEVIC-At-least-EUR-30-million-to-be-invested-in-development-of-Novi-Sad

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Cultura
Passioni e sogni della moda italiana in mostra a Belgrado

Digitalizzazione: opportunità o minaccia?
Chiudi