Nova Crnja scommette sulle fonti rinnovabili

Il più piccolo comune della contea di Banat, Nova Crnja, ha piani molto ambiziosi per lo sviluppo e l’utilizzo di fonti energetiche alternative, tra cui parchi eolici, centrali solari e impianti a biomassa.

“Il nostro comune ha stanziato 1.000 ettari di terreno per la costruzione di centrali elettriche combinate che utilizzerebbero sia la forza del vento che il biogas. Inoltre, prevediamo di costruire anche centrali solari e abbiamo redatto tutti i documenti di pianificazione a tale scopo”, afferma il sindaco di Nova Crnja, Pera Milankov.

“Due anni fa, abbiamo costruito una colonna eolica per testare le condizioni dei parchi eolici. A quanto pare, le condizioni sono eccellenti e stiamo già negoziando con investitori cinesi disposti a costruire un parco eolico da 60 megawatt”, aggiunge Milankov.

Una società ha già iniziato a costruire un impianto di biogas, con una capacità di 1 megawatt, qui. Oltre alle risorse di energia rinnovabile, il comune vuole anche concentrarsi sullo sviluppo del turismo e piani per costruire un centro termale. “Siamo in grado di offrire terre agli investitori al prezzo di 9.000 euro per ettaro, mentre NIS fornirà acqua termale dalla zona circostante”, spiega Milankov, ricordando che Nova Crnja possiede sei zone industriali dotate di infrastruttura completa, che si estendono su oltre 200 ettari di terreno.

(eKapija, 21.11.2017)

https://www.ekapija.com/news/1947432/nova-crnja-ima-1000-hektara-za-kombinovane-elektrane-kinezi-vec-razmatraju-gradnju

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top