No all’estradizione di Haradinaj: le reazioni in Serbia

Il tribunale francese ha rifiutato la richiesta di estradizione in Serbia dell’ex primo ministro del Kosovo per affrontare un processo per presunti crimini di guerra.

Ramush Haradinaj era stato arrestato al suo arrivo in Francia nel gennaio di quest’anno, sulla base di un mandato di cattura internazionale emesso dalla Serbia nel 2004 ed è stato rilasciato con effetto immediato una volta che il tribunale di Colmar, Francia orientale, ha emesso la sua decisione respingendo la richiesta di estradizione.

Dai gradini del tribunale, Haradinaj ha detto:

“Ho sprecato quattro mesi nel corso di questo processo giudiziario. Avrebbe dovuto essere più facile e veloce. Naturalmente questa decisione giudiziaria mi permette di perseguire i miei doveri, ma ho comunque perso quattro mesi”.

Le accuse

La Serbia sostiene che Haradinaj è colpevole di crimini di guerra risalenti a quando ricopriva il ruolo di comandante della guerriglia durante la guerra del 1998-1999 in Kosovo.

L’ex primo ministro è già stato processato e assolto, per due volte, rispondendo dell’accusa di crimini di guerra presso il Tribunale penale internazionale delle Nazioni Unite per l’ex Jugoslavia.

La reazione della Serbia

La Serbia ha reagito con rabbia alla notizia, ritirando il suo ambasciatore in Francia per la consultazione, e impegnandosi a presentare una nota di protesta.

In precedenza era stato dichiarato che il trattato di estradizione con la Francia sarebbe stato abolito nel caso in cui la richiesta di estradizione per Haradinaj non avesse avuto seguito.

Intervenendo nel corso di una conferenza stampa, il Primo Ministro serbo Aleksander Vucic, ha dichiarato:

“La Repubblica di Serbia, il governo della Repubblica di Serbia, ritiene che la decisione sia vergognosa, scandalosa, illegale, assolutamente ingiusta e, soprattutto, politica”.

Il Primo Ministro ha inoltre aggiunto che “la più alta moralità e principi giuridici” sono in gioco, piuttosto che la politica.

Festeggiamenti in Kosovo

A Pristina, kosovari sono scesi in piazza per festeggiare.

L’Alleanza per il Futuro del Kosovo ha dichiarato che la detenzione era stata completamente inutile e ha rivelato un “tentativo della Serbia di destabilizzare il Kosovo”.

Il Primo Ministro kosovaro, Hashim Thaci, ha dichiarato:

“Questa è una buona notizia per il Kosovo. La giustizia ha vinto. La Serbia ha solo speculato. Questa è una capitolazione della Serbia. La Serbia ha commesso crimini di guerra in Kosovo, e pulizia etnica. Hanno commesso il genocidio dei cittadini del Kosovo. Ancora una volta, è stato confermato che l’Esercito di liberazione del Kosovo non era colpevole di nulla, e questo è solo una conferma della lotta giustificata del Kosovo”.

(EuroNews, 27.04.2017)

http://www.euronews.com/2017/04/27/serbia-reacts-to-refusal-of-french-court-to-extradite-former-kosovan-pm?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+euronews%2Fen%2Fnews+%28euronews+-+news+-+en%29 

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Francia, Haradinaj
Haradinaj libero: dalla Corte d’appello il no all’estradizione in Serbia

Le Belier investe 12 mln di euro a Kikinda

Chiudi