Niš più inquinata di Pechino?

Preoccupano gli ultimi risultati sull’inquinamento atmosferico in Serbia; Nis avrebbe superato Pechino nel valore medio annuo di particelle PM 2,5. Secondo i risultati ufficiali infatti, il livello di quelle particelle a Nis è di 47, mentre a Pechino di 42,6, scrive “Startit”.

Le particelle di PM 2,5 sono particelle respirabili che, dopo l’inalazione, penetrano nelle strutture più fini e profonde delle vie respiratorie (alveoli). Questo parametro è stato monitorato all’interno della rete locale di stazioni di misurazione in nove città, che, in relazione al significato per la salute pubblica della nocività delle piccole particelle, è trascurabile, indica il rapporto.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Il valore medio annuo è stato inferiore al valore massimo solo a Kikinda e Sabac. I valori medi annui più elevati sono stati rivelati a Veliki Crljeni (38,60 µg / m3) e Niš (47,00 µg / m3). Dei 26 paesi con monitoraggio delle concentrazioni di particelle PM 10, in 11 i valori medi annui erano superiori al limite.

L’analisi dei cambiamenti nei livelli di inquinamento atmosferico da anidride solforosa rispetto all’anno precedente, mostra che c’è stato un aumento delle concentrazioni a Bor, Veliki Crljeni (comune di Lazarevac), Kraljevo, Lazarevac e Obrenovac, mentre a Belgrado, Vranje, Zajecar, Zvecan, Jagodina, Kosovska Mitrovica, Krusevac, Smederevo, Sremska Mitrovica, Trstenik e Cuprija i livelli sono più bassi. Nella maggior parte delle città le concentrazioni nel 2019 sono uguali a quelle nel 2018.

La tendenza all’aumento dell’inquinamento da anidride solforosa è stata osservata a Elemir, Zrenjanin e Šabac. Fino al 2018 la linea del trend decennale dell’inquinamento ha avuto tendenze decrescenti, mentre i valori misurati nel corso del 2019 hanno evidenziato un trend leggermente crescente. La tendenza lineare crescente dell’inquinamento dell’aria con anidride solforosa a Zrenjanin, Elemir e Sabac è per tipologia di pendenza alta, mentre la tendenza dell’inquinamento a Smederevo ha una leggera crescita, dopo diversi anni di tendenza al ribasso.

Dall’analisi delle variazioni del livello di inquinamento atmosferico da fumo rispetto all’anno precedente, in 11 delle 36 città si è registrato un aumento delle concentrazioni a Valjevo, Gornji Milanovac, Jagodina, Kraljevo, Nis, Niska Banja, Sevojno, Senta, Smederevo, Cacak e Sabac, mentre a Belgrado, Elemir, Zajecar, Zvečan, Zrenjanin, Ivanjica, Kosovska Mitrovica, Pancevo, Sremska Mitrovica e Trstenik, l’inquinamento è risultato minore. Nelle restanti città le concentrazioni sono pari a quelle del 2018.

https://www.blic.rs/vesti/drustvo/nis-zagadjeniji-od-pekinga-zabrinjavajuci-rezultati-batuta-najvise-vrednosti-pm-25/5q8g7kb

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in anidride solforosa, Inquinamento, NIS, Pechino
“Ryanair” riprende i voli da Nis a Berlino; a metà agosto anche verso Malta

SPP: “Vučić sta indebitando il Paese più di tutti i suoi predecessori messi insieme in 75 anni”

Close