Nikolic: “Sfruttare il favorevole contesto d’affari”

Incontrando i rappresentanti dell’azienda americana NCR, il Presidente ha dichiarato che negli ultimi due anni sono state create favorevoli condizioni per attirare investimenti esteri e che è arrivato il momento di sfruttare questo contesto.

Oltre a Nikolic hanno partecipato all’incontro il Premier Ivica Dacic, l’ambasciatore americano Michael Kirby e il vicepresidente dell’azienda, Peter Dorsman. Il Presidente della Repubblica ha detto che la NCR non ha sbagliato a investire in Serbia e che non sbaglierà nel caso decida di aumentare il proprio impegno nel Paese. Egli ha aggiunto che il successo delle imprese che aprono in Serbia migliora l’immagine del Paese nel mondo e manda un chiaro messaggio agli investitori sul fatto che la Serbia è una nazione moderna e a posto, in cui vige la legalità ed è possibile fare affari in modo proficuo.

La National Register Corporation si occupa di fornitura di sistemi bancomat e di immagazzinamento dati. Dorsman si è detto soddisfatto del sostegno avuto dagli organi statali serbi, sostenendo che l’azienda preferito il Paese balcanico “rispetto ad altri sette Paesi europei, poiché abbiamo valutato che qui le condizioni per fare affari sono le migliori e che vengono offerte molti più vantaggi che negli altri Stati, come – ad esempio – personale altamente specializzato”. La NCR progetta di investire in Serbia altri 320 milioni di dollari nei prossimi quattro anni.

(RTS, 19.02.2014)

bancomat

Share this post

scroll to top
More in investimenti, IT
Che Governo si attendono gli imprenditori stranieri?
Radulovic attacca, Dinkic si difende
Close