Nikolic: non sono ottimista dopo l’incontro con Steinmeier

Dopo l’incontro con il ministro degli Esteri della Republica federale tedesca  Franz-Walter Steinmeier il presidente serbo Tomislav Nikolic ha dichiarato che  non è molto ottimista, perché il capo della diplomazia tedesca non ha detto chiaramente che i capitoli negoziali con la UE saranno aperti entro la fine di quest ‘anno.

“Non sono molto ottimista dopo i colloqui con il ministro degli Esteri della Repubblica federale di Germania. Purtroppo, non posso dire che il signor Steinmeier ha precisato che i capitoli negoziali con la UE saranno aperti  entro la fine dei quest’anno. Certo, ha detto invece che pensa che le condizioni per questo saranno raggiunte nel corso di quest’anno”, ha detto Nikolic al quotidiano ” Vecernje Novosti “.

Per quanto riguarda cosa specificamente Berlino richiede da Belgrado quando si tratta del Kosovo e Metohija, un paio di  minuti dopo i suoi colloqui con Steinmeier, il presidente ha detto che secondo il capo della diplomazia tedesca la Serbia viene fortemente sostenuta dalla Germania nel suo cammino europeo,  ma dal paese viene richiesta anche la piena attuazione dell’accordo di Bruxelles.

Alla domanda se ha ricordato al ministro degli Esteri Frank-Walter Steinmeier che la formazione della Comunità dei comuni serbi (ZSO) fa parte dell’accordo di Bruxelles, Nikolic ha detto: “Certo che sì. Gli ho detto che l’accordo di Bruxelles prevede anche la formazione della ZSO con pieni poteri, come è stato previsto. Nel contratto di Bruxelles non è stato previsto che la giurisdizione e la costituzione della ZSO vengano armonizzate con la normativa di Pristina, semmai che siano allineate con la normatuva  serba.  Ma perché dovremmo rifiutare la legislazione serba ed essere gestiti esclusivamente da ciò che è scritto nelle leggi di Pristina? Potrebbero cambiare qualche  legge anche loro se stiamo già negoziando”.

Nikolic ha detto che il ministro tedesco ha detto inoltre che non vi è alcun obbligo riguardo il riconoscimento dell’indipendenza del Kosovo e Metohija, il quale potrebbe  avere un impatto sull’apertura dei nuovi capitoli.

SEEbiz 29.04.2015

 

 

Share this post

scroll to top
More in adesione UE, Germania, governo, Kosovo, politica estera, Tomislav Nikolic
Steinmeier a Belgrado, primo appuntamento con Dacic

La missione FMI a Belgrado dal 29 aprile al 12 maggio
Close