Nikolic: Continuiamo con le riforme

La decisione del Consiglio europeo di aprire i negoziati di adesione con la Serbia è il segnale che nell’Unione europea siamo i benvenuti e che siamo sullo stesso piano degli altri Paesi, ha dichiarato il Presidente Tomislav Nikolic

Ora il compito del Governo è quello di migliorare gli standard di vita dei cittadini, gettarsi nell’economia, tornare all’agricoltura, promuovere l’energia, guardare a est, ovest, nord e sud, ha aggiunto sul proprio profilo su Twitter e partecipando alle celebrazioni per la festa serba di Vidovdan vicino a Prokuplje. Egli ha detto che i negoziati con la UE dureranno a lungo e che si è visto che c’è un Paese (riferimento alla Germania che ha insistito affinché i negoziati non inizino prima di gennaio, ndr) che è ancora un po’ prevenuto nei confronti della Serbia, ma che anche questo non sarà per sempre. “A Est abbiamo molti amici che un giorno non saranno più disponibili quando saremo dentro alla UE. Per questo risolleveremo la Serbia pensando a chi ci può aiutare di più e non con chi vorremmo collaborare”, ha detto il Presidente serbo. Parlando in occasione di Vidovdan, Nikolic ha sollecitato i serbi a mostrare il proprio valore per rimettere in piedi il Paese e per essere alla pari con gli altri popoli, in modo che più nessuno nomini più la Serbia in relazione ad avvenimenti negativi. “Credo che in un anno abbiamo ripristinato la reputazione della Serbia in tutto il mondo”, ha dichiarato, promettendo ai presenti un futuro migliore.

(Rts.rs, 29.06.2013)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top