Per i profughi 40 milioni di dollari alla Serbia dall’UN nel 2016

Oggi a Belgrado, i rappresentanti delle Nazioni Unite hanno presentato il piano di risposta regionale per la crisi dei profughi e dei migranti in Europa, secondo il quale alla Serbia saranno destinati circa 40 milioni di dollari per il 2016.

Il piano, che copre le rotte dell Mediterraneo orientale e dei Balcani occidentali, è stato presentato ieri a Ginevra, sotto l’egida del UNHCR e l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), e dopo la richiesta d’aiuto alla Grecia, Macedonia, Serbia, Croazia, Ungheria, Slovenia e Turchia nel risolvere i bisogni dei rifugiati e migranti durante l’anno. 

Il coordinatore Residente delle Nazioni Unite in Serbia Irena Vojáčková-Solorano, presentando il piano oggi a Belgrado, ha detto che l’assistenza fornita dal piano comprende l’assistenza umanitaria e la fornitura di sostegno allo sviluppo a medio termine per il governo serbo per una risposta ai bisogni dei profughi e dei migranti nei campi della protezione, istruzione, cibo, salute e nutrizione, logistica e rifugio, la pulizia e il sostegno delle comunità locali.

“L’attuazione di questo piano richiede una cooperazione operativa completa tra il governo e le agenzie delle Nazioni Unite, così come con le organizzazioni non governative”, ha sottolineato, aggiungendo che l’obiettivo del piano è il miglioramento delle strutture e capacità esistenti dei governi per garantire la protezione dei migranti e dei rifugiati e l’accesso alle soluzioni con più lungo termine.

Rispondendo alle domande dei giornalisti, la Solorano ha detto che il piano si basa sull’esperienza del 2015, e che rimane a vedere come si svilupperà la situazione in futuro.

Per quanto riguarda l’importo previsto per l’assistenza ad altri paesi della regione, ha detto che il piano non è stato ancora finalizzato e che alla questione non può rispondere.

(Tanjug, 26.01.2016)

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... assistenza finanziaria, crisi, Irena Vojáčková-Solorano, migranti, OIM, profughi, UN
Vucic a Davos
“Dalla migrazione all’integrazione”: Davos riflette sugli scenari futuri

Il Commissario Ue per i profughi si complimenta con la Serbia

Chiudi