Negoziati adesione UE: no all’apertura del capitolo 5 entro fine mese

Dalla Presidenza dell’UE arriva lo stop all’apertura di un nuovo capitolo dei negoziati di adesione della Serbia entro la fine di questo mese, in quanto non è stato riscontrato unanime consenso in seno all’Assemblea sulla necessità di procedere.

Il Capitolo 5 (riguardante materia di appalti pubblici) dei negoziati di adesione all’Ue della Serbia sarà aperto qualora tutti i 28 Stati membri siano in grado di raggiungere un accordo in merito, secondo quanto ha comunicato la Presidenza slovacca e diffuso dall’agenzia di stampa Tanjug.

In questo momento tale consenso non è unanime, e la Presidenza ha inoltre reso noto di non essere in grado di prevedere una data potenziale per l’apertura del capitolo. Inizialmente, la Slovacchia aveva previsto di organizzare l’apertura di tre nuovi capitoli nei negoziati di adesione con la Serbia entro la fine del 2016, e ufficiosamente la data prevista per il capitolo 5 era quella del 26 ottobre.

Il capo negoziatore per l’UE della Serbia Tanja Miscevic ha intanto dichiarato che la luce verde per l’apertura di nuovi capitoli entro la fine dell’anno dipenderà dalla relazione sullo stato del dialogo tra Belgrado e Pristina. Parlando ai giornalisti presso l’Ambasciata slovacca a Belgrado, Miscevic ha annunciato che entro la fine del 2016 il Servizio europeo per l’azione esterna sull’attuazione e il monitoraggio degli accordi nel dialogo Belgrado-Pristina dovrebbe presentare tale rapporto: “sarà questa valutazione a dare o meno il via libera all’apertura di nuovi capitoli”.

Ad ogni modo, l’apertura dei capitoli 5, 25 e 26 entro la fine dell’anno continua a rappresentare l’obiettivo della Serbia, la quale gode del pieno sostegno della Slovacchia, che detiene attualmente la presidenza dell’UE, e può fare affidamento sull’eccellente stato della cooperazione con UE e Commissione europea, ha concluso Miscevic.

(InSerbia, 25.10.2016)

https://inserbia.info/today/2016/10/no-opening-of-new-chapters-in-october-depends-on-dialogue-with-pristina/

Share this post

scroll to top
More in adesione UE, appalti pubblici, negoziati
Latte: il 50% della produzione in Serbia non soddisfa standard qualitativi UE
La Serbia tra la Russia e l’UE: quale decisione?
Close