Nedimovic: no alla vendita di terreni agricoli a stranieri

Il Ministro dell’Agricoltura e della Protezione ambientale, Branislav Nedimovic, ha reso noto che le soluzioni giuridiche per non consentire agli stranieri l’acquisto di terreni agricoli in Serbia saranno rivelate alla fine del 2017.

“Non abbiamo intenzione di cambiare la nostra Costituzione, come hanno fatto gli ungheresi, per evitare che gli stranieri acquistino terreni agricoli in Serbia, ma abbiamo intenzione di proteggere i nostri interessi statali”, ha sottolineato il Ministro in una conferenza stampa tenuta presso la Facoltà di Agraria.

Nedimovic ha aggiunto che il Ministero si impegna ad incontrare gli studenti e i docenti della Facoltà di Agraria ogni tre o quattro mesi per discutere i problemi e le soluzioni per i problemi del settore dell’agricoltura.

Inoltre, il Ministro ha annunciato che la legislazione riguardante la maternità delle operatrici del settore andrà incontro a modifiche, così come la normativa pretinente lo stato attuale dei lavoratori stagionali in agricoltura. E’ stato quindi rimarcato che il bilancio agricolo, che si attesta a 3,32 miliardi di dinari, risulta essere maggiore di quello dello scorso anno dell’8,2%, e prevede il 40% di fondi in più per la produzione di alimenti biologici.

La Serbia ha tempo fino alla fine del prossimo anno per armonizzare la propria legislazione con quella pertinente dell’UE, in base al quale agli stranieri può essere concesso il permesso di acquistare terreni agricoli. Questo è anche ciò che prevede l’Accordo di Stabilizzazione e di associazione del 2013.

(Blic, 20.12.2016)

http://www.blic.rs/vesti/ekonomija/nedimovic-stranci-nece-moci-da-kupuju-poljoprivredno-zemljiste/zzng4td
[widget id=”text-22″]

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top