Necessari gli incentivi statali per migliorare gli allevamenti serbi

Rispetto ai paesi europei, dove l’allevamento si svolge in fattorie semiaperte, con circa una centinaia di capi di bestiame, in Serbia questo modo di allevamento non è ancora sviluppato. Aleksandar Jeremic di vilaggio Vojska vicino a Svilajnac, è uno dei pochi produttori che ha una fattoria grande secondo gli standard europei.
Quando ha iniziato la produzione del latte, Jeremic aveva solo 15 vacche. Però oggi possiede una delle fattorie più moderne, con un centinaio di vacche di razza simmental austriaca e produce 7800 tonnellate di latte al livello annuale. “Questa è la scelta personale. La nostra gente è abituata al modo tradizionale di allevamento, però questo è futuro. Questo è il tipo aperto della fattoria, dove c’è molta aria e luce. Tutti dovrebbero sforzarsi per implementare questo modo di allevamento, perchè è più facile per il funzionamento e per il lavoro”, ha detto Jeremic.
Le fattorie più moderne in Austria e Germania hanno anche ottima meccanizzazione. Jeremic ha introdotto il sistema di mugnitura a spina di pesce. Inoltre, le condizioni igieniche sono migliori, il che è uno dei standard di base in fattorie europe. Questo allevatore ritiene che lo Stato dovrebbe incentivare questi tipi di fattorie. Finora Jeremic ha investito oltre 200.000 di euro. Se non ci fossero state latterie grandi che hanno voluto investire nella produzione del latte, non  ci sarebbero stati questi tipi di fattorie in Serbia.  “E’ facile occuparsi dell’allevamento e agricultura in Austria e Germania, dove ci sono le sovvenzioni dello Stato. In Serbia, tutti gli incentivi sono quelli della “Imlek” che ha investito nelle nostre fattorie per produrre un latte di classe extra”, ha indicato Jeremic.Le grandi fattorie, con decine capi di bestiame che si allevano nei grandi stabillimenti con la meccanizzazione moderna, dovrebbero diventare la prassi nel settore di allevamento in Serbia. Per ora, lo Stato non incentiva sufficientemente gli agricoltori per iniziare questo tipo di produzione.

(RTV, 12.11.2015.)

Share this post

scroll to top
More in agricoltura, incentivi
Le mele cotogne, una risorsa dell’agricoltura serba

Un regolamento ufficiale per la rakija serba

Close