NBS: Nessun aumento dei controlli sulle banche

La Banca Nazionale Serba (NBS) ha dichiarato di non attuare alcun aumento dei controlli e di non aver messo sotto sorveglianza nessun istituto bancario.

Tutte le attività di controllo corrente sono condotte dalla NBS in base al piano adottato dal comitato esecutivo. La Banca Nazionale non ha intensificato i controlli verso specifiche banche e le sue attività di analisi rientrano nel periodico esame degli effetti delle misure di regolazione che la NBS ha adottato nell’ultimo periodo. Il quotidiano Blic ha oggi pubblicato la notizia che la NBS nelle ultime settimane lavorerebbe intensamente all’analisi di 13 banche commerciali, a causa dei dubbi sulla validità dei dati presentati nelle relazioni degli istituti, e che la differenza tra lo stato reale e quello presentato sarebbe di circa 50 milioni di euro. Stando all’articolo, sotto controllo sarebbero finite sia banche nazionali che straniere con differenti quote di mercato. A inizio giugno un altro quotidiano, Vecernje Novosti, aveva riferito che la NBS aveva messo sotto sorveglianza 13 banche a causa di resoconti finanziari discordanti riguardo ai prestiti problematici. Anche allora la Banca Centrale aveva negato qualsiasi aumento della sorveglianza o adozione di misure eccezionali verso gli istituti di credito.

(Tanjug, 15.07.2013)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top