NBS: L’aumento dell’IVA avrà un effetto dello 0,5%

La Governatrice Jorgovanka Tabakovic ha dichiarato che la Banca Nazionale di Serbia (NBS) non modificherà le proprie stime sulla diminuzione dell’inflazione a causa dell’aumento dell’IVA deciso dal Governo.

Stando alle sue parole, la proposta di aumento dell’imposta sul valore aggiunto avrà un effetto a breve termine dello 0,5% circa. Tabakovic ha dichiarato all’agenzia Beta che le misure del Governo per il consolidamento delle finanze pubbliche e la ripresa dell’economia si configurano “come una rottura con le pratiche non solo degli anni, ma addirittura dei decenni precedenti, quando i problemi sono stati nascosti sotto al tappeto e la realtà abbellita negli ambienti politici”. La NBS si aspetta che, con l’attuazione di queste misure, sia più facile raggiungere il tasso di inflazione desiderato e che il contributo chiave del consolidamento fiscale sarà il ritorno della fiducia di cittadini e investitori sulla condotta a lungo termine delle finanze pubbliche serbe. Secondo la governatrice, ciò permetterà alla Banca Nazionale di raggiungere gli obiettivi riguardanti l’inflazione con un minor grado di politica monetaria, mentre il miglioramento delle condizioni per fare impresa e realizzare investimenti garantirà un ulteriore impulso alla crescita economica. Tabakovic ha sottolineato che le misure che riguardano le riforme strutturali contribuiranno in modo significativo ad un aumento delle esportazioni, garantendo così la sostenibilità della crescita economica in Serbia, nonostante la minore domanda interna.

(Beta, 09.10.2013)

306838_jorgovanka-tabakovic01ras_f

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top