NBS: “Il PIL serbo già ai livelli di prima della pandemia”

Già dall’inizio della pandemia, la Banca nazionale (NBS) aveva previsto che la Serbia avrebbe registrato una crescita del PIL di circa il 6% quest’anno. “La Serbia sarà uno dei pochi paesi in Europa che non solo raggiungerà ma supererà il livello di attività economica del periodo prima della pandemia nel 2021”, ha affermato la governatrice della Banca nazionale di Serbia, Jorgovanka Tabaković.

“I dati del primo trimestre danno una concreta possibilità che la crescita sarà superiore al 6%”, ha sottolineato la Tabaković per “Politika”. “Grazie agli elevati investimenti privati ​​e statali, nonché alla forte crescita dell’industria e delle esportazioni, la Serbia ha registrato una crescita del PIL dell’1,2% su base annua nel primo trimestre, come al livello pre-crisi del PIL nel primo trimestre”.

“Nei primi tre mesi di quest’anno, l’afflusso di investimenti diretti esteri è stato di quasi un miliardo di euro e gli investimenti di capitale dello Stato sono aumentati del 13,7%”, ha affermato la Tabaković.

Secondo lei, a livello annuale, metà della crescita prevista sarà sicuramente il risultato della crescita dell’industria e delle costruzioni, mentre l’altra metà dovrebbe provenire dai settori dei servizi.

Nei tre anni precedenti, la Serbia aveva ricevuto 10,3 miliardi di euro di investimenti diretti esteri, e dall’inizio del 2018 alla fine del 2020 il Paese è riuscito a fare più investimenti dell’Ungheria, il doppio della Bulgaria e tre volte più della Slovacchia.

Per quanto riguarda la regione, la sola Serbia ha attratto più investitori di Croazia, Bosnia-Erzegovina, Macedonia del Nord, Albania e Montenegro messe insieme.

Per quanto riguarda le aspettative relative all’inflazione, la Tabaković ha affermato che sotto l’influenza dell’uscita dalla pandemia e del movimento sul mercato mondiale, l’inflazione nella maggior parte dei Paesi, inclusa la Serbia, è a un livello leggermente superiore.

“Un fattore temporaneo che influenza la crescita dell’inflazione è principalmente il movimento del prezzo mondiale del petrolio, che nel 2020 durante l’epidemia era a un livello estremamente basso”, ha sottolineato.

https://www.srbijadanas.com/biz/vesti/bdp-srbije-kao-pre-korone-priliv-stranih-investicija-skoro-milijardu-evra-2021-05-30

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top