NBS: “Crescita al 5-6% nel 2021”

La Banca Nazionale della Serbia (NBS) ha annunciato di aspettarsi una piena ripresa economica del Paese, stimando che il prodotto interno lordo (PIL) raggiungerà il livello pre-crisi nel secondo trimestre di quest’anno e ci sarà una crescita dal 5 al 6%.

“Una crescita leggermente più lenta nel primo trimestre a causa della nuova ondata di pandemia e la chiusura di un gran numero di Paesi europei dovrebbe essere poi compensata da un positivo secondo trimestre, e aggiunta a un buon tasso di vaccinazione nel nostro Paese e nel mondo potrebbe portare il tasso di crescita annuale più vicino al 6%”.

Si prevede che la crescita sarà trainata dalla domanda interna e dalle esportazioni, per le quali è necessaria la crescita economica della zona euro, attualmente stimata intorno al 4% nel 2021.

Come è stato sottolineato, la risposta tempestiva e adeguata dei responsabili della politica economica in Serbia contribuirà alla crescita e, su tale base, saranno fornite condizioni di finanziamento favorevoli e saranno preservate capacità di produzione e posti di lavoro.

“Secondo la nostra valutazione, gli stessi fattori forniranno un percorso di crescita economica stabile a medio termine in Serbia di circa il 4% all’anno nei prossimi anni”, afferma il rapporto.

I rischi della proiezione per il 2021 sono, nel complesso, simmetrici e sono per lo più legati al corso della pandemia e all’efficienza della sua soppressione, ha affermato la “NBS”.

Allo stesso tempo, i rischi derivanti dall’ambiente internazionale sono più pronunciati a causa della nuova diffusione del virus da ottobre e dell’emergere di nuovi ceppi, nonché dall’inasprimento delle misure sanitarie in molti Paesi, soprattutto nell’area dell’euro.

Su questa base, le prospettive di crescita economica dei più importanti partner commerciali all’estero stanno diminuendo, principalmente nella prima metà dell’anno.

Dall’altra parte, i rischi delle proiezioni originate dall’ambiente locale sono più pronunciati verso l’alto.

“Visto l’annuncio di un nuovo pacchetto di aiuti economici e il rapido ritmo di vaccinazione della popolazione nel nostro Paese, la ripresa della domanda interna potrebbe essere anche più rapida del previsto. La vaccinazione, e il fatto che la Serbia sia tra i Paesi leader in Europa e nel mondo in termini di numero di cittadini vaccinati rispetto al numero totale di abitanti, infonde ottimismo”, ha detto la governatrice della stessa Banca, Jorgovanka Tabaković.

https://www.danas.rs/ekonomija/nbs-rast-bdp-a-u-ovoj-godini-od-pet-do-sest-odsto/

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... NBS, PIL, vaccinazione
teatro
La Ministra Gojković proporrà un aumento degli spettatori in teatri e cinema

La cinese “ZiJin” ha venduto più di due tonnellate d’oro alla Banca Nazionale serba

Chiudi