NALED: La maggior parte delle imprese che chiudono sono strutture di ristorazione, parrucchieri e saloni di bellezza

I ristoratori, i parrucchieri, gli estetisti e i tassisti sono i più propensi a chiudere le loro attività nel 2022 – afferma NALED.

Attualmente in Serbia operano 135.533 aziende e 305.317 piccole imprese.

“Questi sono i dati raccolti dall’Agenzia dei registri commerciali (APR), e comprendono le aziende in fallimento e in liquidazione”, ha dichiarato Irena Đorđević, responsabile della riforma normativa della NALED.

Nei primi sei mesi di quest’anno sono stati chiusi 12.829 negozi, il 12% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, quando ne erano stati chiusi 11.243.

D’altra parte, nel primo semestre di quest’anno sono state registrate il 12,5% in più di aziende rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Inoltre, nei primi sei mesi di quest’anno sono state fondate 25.816 entità imprenditoriali, ovvero 4.520 in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre il numero di nuove piccole imprese è aumentato del 23,9% – da 16.347 dell’anno scorso a 20.247 di quest’anno.

La maggior parte delle nuove piccole imprese è costituita da strutture di ristorazione, consulenti e sviluppatori, saloni di parrucchieri ed estetisti e trasporto merci su strada.

Tra le piccole imprese registrate, un terzo è di proprietà di donne e un quarto di giovani tra i 18 e i 35 anni.

(021.rs, 15.11.2022)

https://www.021.rs/story/Info/Biznis-i-ekonomija/322830/Analiza-poslovanja-u-Srbiji-pokazala-Najgore-ugostiteljima-frizerima-kozmeticarima-i-taksistima.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top