NALED: Goran Kovacevic eletto nuovo presidente

In occasione della seduta del Consiglio di Amministrazione dell’Alleanza Nazionale per lo Sviluppo Economico Locale (NALED), tenutasi nei locali di Coca-Cola HBC-Serbia, si sono svolte le elezioni per la designazione del nuovo presidente e dei membri del Consiglio di Amministrazione e di Gestione.

Fino alla prossima sessione di NALED, sarà loro onere organizzare e gestire le iniziative volte a contribuire al miglioramento del clima imprenditoriale in Serbia.

Al posto di Ana Brnabic, attualmente Ministra del Governo della Serbia, alla carica di Presidente è stato eletto Goran Kovačevina, direttore generale di Gomex. I nuovi membri del consiglio sono Dusanka Golubovic, sindaco di Sombor, Nebojsa Zelenovic, sindaco di Sabac, e Dragana Cukic, membro del consiglio presso l’Associazione di Consulting Engineers di Serbia (ACES). I membri che hanno mantenuto le loro posizioni nel Consiglio Direttivo sono Stanka Pejanović, direttore generale di Gorenje, Aleksandar Ruzevic, direttore generale di Coca-Cola HBC, Ernst Bode, direttore generale di Messer TEHNOGAS, Vojislav Genic, managing director per l’Europa sudorientale a SAP, e Vladan Vasic, Sindaco di Pirot.

Durante la seduta pubblica, alla presenza dei media, NALED ha illustrato la propria valutazione del lavoro svolto dal Governo nel corso dell’anno passato e ha annunciato ulteriori riforme prioritarie. Secondo gli ultimi dati dell’Indice di regolamentazione della Serbia (RIS), che valuta il processo di elaborazione, adozione e attuazione delle leggi, il governo ha migliorato il proprio risultato, totalizzando un punteggio di 4,8 su una scala di 10. Il voto più alto (7.5/10) è stato dato alle istituzioni per quanto riguarda la rapidità di risposta nei confronti di soggetti commerciali e nel fornire informazioni di interesse pubblico.

L’ospite della riunione e membro del consiglio Aleksandar Ruzevic ha sottolineato il risultato chiave raggiunto dal governo in collaborazione con NALED: “siamo orgogliosi di aver lavorato insieme al governo all’introduzione dell’e-permitting, allo sviluppo del programma nazionale per contrastare l’economia sommersa e al miglioramento della posizione della Serbia nel rapporto Word Bank’s Doing Business. Grazie a queste novità gli investitori possono ora ottenere un permesso di costruzione in 8 giorni, la raccolta fiscale, più efficiente, ha fruttato un incremento nel bilancio pari a 40 miliardi di dinari, e la Serbia si è classificata al 59° posto nel mondo per livello di competitività”.

Per NALED le priorità future sono rappresentate dall’attuazione ulteriore degli strumenti di e-government, dall’eliminazione degli oneri parafiscali, dall’istituzione di un Registro delle commissioni e spese, dal miglioramento dell’operato delle ispezioni.

Il nuovo presidente della NALED, Goran Kovacevic, ha annunciato la preparazione della nuova edizione del Libro Grigio: “invito tutti i cittadini e le imprese a segnalare le procedure burocratiche che dovrebbero essere eliminate, e a proporre le loro soluzioni. Nel corso degli ultimi 8 anni abbiamo ricevuto quasi 500 proposte per il governo della Serbia, di cui 153 hanno avuto il pregio di trovare il loro posto nel Libro grigio, e quasi il 50% sono stati attuate nella pratica”.

(eKapija, 04.10.2016)

http://www.ekapija.com/website/en/page/1557807/NALED-elects-new-president-and-board-members

Un piccolo favore

Dal 2013 il Serbian Monitor offre gratuitamente ai suoi lettori una selezione accurata delle notizie sulla Repubblica di Serbia, un impegno quotidiano che nasce dal genuino desiderio di offrire un'informazione senza distorsioni su un paese troppo spesso vittima di pregiudizi e superficialità. Da novembre 2016 questo servizio viene proposto in inglese e in italiano, con sempre più articoli originali per offrire un quadro completo sull'economia, la politica, la cultura e la società del paese balcanico. Il nostro archivio è completamente gratuito, a disposizione di chiunque voglia conoscere il paese, studiarne specifici aspetti o esserne costantemente aggiornato. Questo progetto potrà proseguire solo grazie all'aiuto dei lettori, cui chiediamo un piccolo sostegno economico per continuare a garantire un'informazione sempre più ricca di contributi originali. Se apprezzate il nostro lavoro vi invitiamo a cliccare il tasto qui sotto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top