Mostra sull’arte italiana degli anni ’60 a Belgrado

La mostra “Nuove Tendenze ’60”, un omaggio alla scena artistica italiana degli anni ’60, è stata inaugurata ufficialmente presso la Galleria del Centro Culturale Studentesco (SKC) di Belgrado dall’Ambasciatore italiano in Serbia, S.E. Luca Gori.

L’attenzione si concentra su tre mostre: “Gencay, Brtka, Franchini” allestita a Roma nel 1964, “Forme presenti” allestita sempre a Roma nel 1965 e la mostra “Illuminazione” allestita a Trento nel 1967.

La mostra presenta le opere di Nobuya Abe e Shu Takahashi dal Giappone, Aldo Schmid, Bruno Conte, Paolo Patelli e Antonio Franchini dall’Italia, Gencay Kasapçi dalla Turchia, Marcia Hafif dagli Stati Uniti, Milena Čubraković e Mira Brtka dalla Jugoslavia, tutti artisti che hanno vissuto e creato a Roma negli anni Sessanta.

La scena culturale italiana degli anni Sessanta era caratterizzata da una spiccata diversità e forza delle direzioni artistiche e delle espressioni autoriali, nel periodo precedente allo sviluppo del postmodernismo. Le tre mostre hanno rappresentato eventi culturali e artistici di rilevanza internazionale, visto che vi hanno partecipato artisti provenienti da diversi Paesi del mondo.

La mostra sarà aperta fino al 28 dicembre. La Galleria SKC è aperta dalle 11 alle 19 nei giorni lavorativi e dalle 10 alle 15 il sabato.

(Blic, 13.12.2023)

https://www.blic.rs/kultura/vesti/radovi-sa-tri-izlozbe-iz-italije-predstavljeni-u-beogradu-otvorena-izlozba-nove/zpx21z7

Crediti fotografici: Srđan Veljović

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!