Mostra fotografica: Belgrado, Istanbul e Sarajevo negli anni ’20

La mostra itinerante “Città in Movimento – Patrimonio post-ottomano” (Gradovi u pokretu – postosmansko nasleđe), che mette in mostra le città di Ankara, Belgrado, Istanbul e Sarajevo degli anni ’20 e ’30, sarà inaugurata presso il Museo di Storia della Serbia il 7 novembre. Organizzatori della mostra il Museo jugoslavo e l’Università di Basilea.

La professoressa Natasa Miskovic, curatrice della mostra, ha collezionato le fotografie appartenenti al repertorio fotografico pubblicato sui vecchi giornali jugoslavi e turchi: sono 200 le immagini storiche accuratamente selezionate e ri-masterizzate in digitale che raffigurano i cambiamenti che hanno avuto luogo in quattro città – Belgrado, Sarajevo, Istanbul e Ankara – negli anni ’20 e ’30.

Le fotografie, che provengono dagli archivi delle redazioni serbe di Politika e Vreme e dai quotidiani Cumhurijet e Aksam, con sede a Istanbul, illustrano l’evoluzione di queste quattro città in insediamenti moderni, la moda, le maniere e la vita quotidiana dei loro cittadini.

Preparata a Basilea, Svizzera, “Città in Movimento” rappresenta il risultato di una cooperazione internazionale nel quadro del progetto scientifico chiamato SIBA (approccio visivo per studiare la vita di tutti i giorni nelle città turche e jugoslave negli anni 1920 e 1930) di cui Natasa Miskovic è Project Manager. Miskovic è anche professoressa di studi mediorientali presso l’Università di Basilea.

La mostra sarà a Belgrado fino al 28 gennaio 2018 e poi sarà allestita ad Istanbul, Sarajevo, Graz e Cambridge.

(Blic, 01.11.2017)

http://www.blic.rs/kultura/vesti/slike-starih-gradova-ankara-beograd-istanbul-i-sarajevo-20-ih-godina/pqr54lg

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... fotografie, Mostra, Sarajevo, storia
Müller
Herta Müller indigna la platea di Belgrado

patrimonio
Patrimonio artistico serbo in Kosovo: la mostra alla Galleria SANU

Chiudi