Molta più carne importata in Serbia dall’UE nell’ultimo anno

“Il prezzo dei suini all’ingrasso delle fattorie serbe va da 140 a 160 dinari per chilogrammo, e i produttori devono anche affrontare un prezzo elevato del mais, che partecipa fino al 70% nella formazione del prezzo del bestiame vivo, nonché un basso prezzo di acquisto e grandi importazioni”, ha affermato il segretario dell’Associazione per il bestiame e la lavorazione di prodotti di bestiame “PKS”, Nenad Budimović.

“Dall’altra parte, 16.000 tonnellate di carne di maiale per un valore di 44 milioni di euro sono state importate nel mercato serbo dall’UE nei nove mesi precedenti”, ha detto Budimovic, aggiungendo che il motivo è che la Cina ha smesso di importare a causa della pandemia e dell’epidemia di peste suina africana in Europa, quindi ci sono stati ampi surplus di mercato nell’UE.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

“Non abbiamo ancora dati precisi su quanto sia diminuito il consumo di carne, perché turismo e ristorazione sono in pericolo a causa della pandemia, e non ci sono feste e manifestazioni simili dove c’è un grande consumo. Penso che i risultati mostreranno solo nei prossimi mesi se l’industria alimentare ha resistito bene al primo colpo, se ci sono state carenze, ma dovremmo pensare che in futuro lo manterremo a un livello di autosufficienza con qualche lieve surplus di mercato per le esportazioni”, ha detto Budimovic.

Lo stesso dice che si deve pensare a nuovi mercati, come Cina, Vietnam e Filippine, e al posizionamento di prodotti finiti in quei mercati, perché le stime della “FAO” dicono che il consumo crescerà di circa il 22%.

Secondo lui, la Serbia ha concluso buoni accordi di commercio estero con questi Paesi, ma vale ancora la pena lavorare sui preparativi per la loro realizzazione.

Per questo la “PKS” ha proposto al Ministero dell’Agricoltura di fornire vari tipi di incentivi per i grandi produttori nazionali con cui possano legare a loro anche i piccoli allevatori di bestiame.

https://www.ekapija.com/news/3103933/za-devet-meseci-16000-tona-svinjskog-mesa-uvezeno-u-srbiju-iz-eu

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... carne, FAO, Import, PKS, suini
I cittadini serbi spendono più per le sigarette che per la frutta

Il paniere di consumo serbo: molto per il cibo, pochissimo per l’istruzione

Chiudi