Missiva al Consiglio di Sicurezza ONU: “La Risoluzione destabilizzerebbe la regione e la Serbia”

La Serbia non capisce né il significato né lo scopo della risoluzione su Srebrenica, la quale, non solo potrebbe portare alla destabilizzazione della regione, ma anche mettere in crisi le relazioni politiche in Serbia, si legge nella lettera inviata da Belgrado ai membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite in merito al  progetto britannico di risoluzione su Srebrenica.

Nella lettera viene sottolineato il fatto che la Repubblica di Serbia rende omaggio a tutte le vittime dei conflitti della ex Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia e il paese è fermamente convinto che le commemorazioni e le attività finalizzate a non dimenticare il passato dovrebbero avere solo funzione di riconciliazione e di promozione di una cooperazione regionale e di buon vicinato. Nella lettera viene inoltre rimarcato che l’eredità del passato non deve essere un ostacolo per il nostro futuro comune.

Partendo da questo punto di vista, nella lettera si legge che  la Serbia è rimasta stupita dalla bozza del documento sulla risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, proposta dalla Gran Bretagna in occasione del 20esimo anniversario dei crimini accaduti a Srebrenica.

“La Serbia ritiene impossibile che qualsiasi Risoluzione potrà contribuire alla riconciliazione nella regione, anzì, potrà solo causare tensioni, attriti e un’ulteriore destabilizzazione. La Serbia non capisce il significato né scopo della risoluzione su Srebrenica, la quale, non solo potrebbe influenzare la destabilizzazione della regione, ma anche le relazioni politiche nella Repubblica di Serbia”, è stato menzionato  nella lettera inviata ai membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite: agli Stati Uniti, alla Gran Bretagna, alla Francia, alla Russia e alla Cina.

(Tanjug/Dnevnik, 23.06.2015)

 

Share this post

scroll to top
More in governo, politica estera
Alla “Fiat Chrysler Automobiles Srbija” produzione sospesa fino al 1 luglio

Vucic chiede aiuto alle organizzazioni non governative?

Close